Amazon apre due nuovi centri in Italia: in arrivo trasformazioni urbane e 1.100 posti di lavoro

Il colosso di Jeff Bezos investirà nel Belpaese altri 230 milioni di euro e creerà 1.100 posti di lavoro a tempo indeterminato entro tre anni

Amazon investirà in Italia oltre 230 milioni di euro e creerà 1.100 posti di lavoro a tempo indeterminato entro tre anni. Come? Realizzando due grandi centri che porteranno con sé, oltre alla richiesta di varie figure professionali, anche importanti trasformazioni urbane, nell’ottica della sostenibilità ambientale e del vivere meglio.

Il nuovo centro Amazon di Agognate (Novara)

Il primo centro sorgerà ad Agognate, frazione di Novara in Piemonte, sarà un centro di distribuzione e creerà 900 posti di lavoro entro tre anni dall’apertura.

Il nuovo sito di Novara ricoprirà un ruolo chiave all’interno della rete dei centri di distribuzione dell’azienda in cui i dipendenti prelevano, impacchettano e spediscono gli ordini che saranno poi consegnati ai clienti.

Il sito, la cui costruzione sarà realizzata da Vailog srl (Gruppo Segro), sarà dotato dell’avanzata tecnologia Amazon Robotics con un’attenzione particolare alla salute e al benessere dei dipendenti. Questa tecnologia rappresenta solo l’ultima di una lunga serie di innovazioni introdotte da Amazon per supportare il lavoro svolto dagli operatori di magazzino e che consente di ridurre i tempi di percorrenza portando gli scaffali direttamente alla loro postazione.

Entrambe le strutture avranno un impatto sostenibile e saranno alimentate attraverso pannelli solari e sistemi ad alto risparmio energetico in linea con il Climate Pledge, con cui Amazon si impegna a raggiungere zero emissioni di CO2 entro il 2040, con dieci anni di anticipo rispetto agli obiettivi fissati dall’Accordo di Parigi. Se tutto fila liscio, saranno operativi a partire dall’autunno 2021.

L’energia prodotta grazie a pannelli fotovoltaici posti sulla copertura del magazzino alimenterà Novara di 1000 kW. Gli edifici sono gestiti dal BMS (Buliding Management System), un sistema che permette una gestione intelligente dell’utilizzo e della manutenzione dell’immobile.

Anche la mobilità avrà un’impronta di sostenibilità, con i parcheggi dotati di colonnine di ricarica per le auto elettriche e l’incentivo all’uso delle bici grazie alla realizzazione di nuove piste ciclabili.

Per preservare l’equilibrio e la biodiversità del territorio, saranno realizzate aree verdi e spazi alberati. A Novara la progettazione ha l’obiettivo di riqualificare l’area rurale e boschiva con un’attenzione particolare alla preservazione della flora e della fauna: 15 ettari dedicati a verde con 1.500 tra arbusti ed alberi, la riqualificazione di 9 ettari del bosco di Agognate con 11mila nuovi alberi, insieme all’utilizzo di sole specie autoctone.

Il progetto prevede anche la riqualificazione di un tratto delle sponde del canale Cavour, la rinaturalizzazione delle sue sponde nell’ottica di garantire la biodiversità di flora e fauna. Barriere vegetali infine verranno create tra le aree naturali e quelle urbanizzate a protezione della fauna.

Il nuovo centro Amazon di Spilamberto (Modena)

Il secondo sarà un centro di smistamento e sorgerà a Spilamberto (Modena), secondo sito di questa tipologia aperto da Amazon in Emilia Romagna dopo quello di Castel San Giovanni, e terzo a livello nazionale. Sempre Vailog srl (Gruppo Segro) è responsabile della costruzione del nuovo magazzino in cui saranno creati oltre 200 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato entro il 2023.

I dipendenti del centro di smistamento si occuperanno di smistare e preparare i pacchi, provenienti dai centri di distribuzione, per la spedizione ai depositi di smistamento, prima della consegna finale ai clienti.

Qui i pannelli fotovoltaici produrranno 720 kW. A Spilamberto è stata prevista una riqualificazione delle aree verdi creando dei percorsi ambientali nell’ambito di un progetto paesaggistico di rinascita per preservare l’equilibrio e la biodiversità delle aree presenti limitrofe al Rio Secco che prevede la piantumazione di essenze autoctone.

Quando e come candidarsi per le figure ricercate

La selezione degli operatori di magazzino avrà inizio in primavera. I dipendenti saranno assunti al quinto livello del Contratto nazionale del Trasporto e della Logistica con un salario d’ingresso di 1.550 lordi, tra i più alti del settore, e numerosi benefit che includono sconti per i dipendenti su Amazon.it e un’assicurazione integrativa contro gli infortuni.

Amazon offre ai propri dipendenti ulteriori opportunità come il programma Career Choice, che copre fino al 95% del costo delle rette e dei libri di testo per chi desidera specializzarsi in un ambito specifico frequentando corsi professionali per quattro anni.

Tutte le info sul processo di selezione presso i due centri logistici per le posizioni manageriali, tecniche e le funzioni di supporto a cui sarà possibile candidarsi le trovate qui: amazon.jobs/en/locations/novara-italy e amazon.jobs/en/locations/spilamberto-italy.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Amazon apre due nuovi centri in Italia: in arrivo trasformazioni urban...