Amazon apre a Genova: 100 assunzioni per il nuovo deposito

Il colosso dell'e-commerce inaugura un nuovo deposito a Genova e annuncia la ricerca di magazzinieri e autisti

Con l’apertura del nuovo deposito a Genova, Amazon comunica la ricerca di nuovo personale per cento posti di lavoro a tempo indeterminato per il centro di smistamento appena messo ufficialmente in funzione.

Amazon apre a Genova: le figure richieste

Come spesso accaduto per le ultime inaugurazioni in tutta Italia, come soltanto un mese fa a Peschiera Borromeo nel Milanese, la multinazionale prevede per i prossimi anni l’assunzione diretta di 30 operatori di magazzino e il resto delle posizioni pianificate nell’indotto.

“È previsto che i fornitori di servizi di consegna di Amazon assumano oltre 70 autisti a tempo indeterminato”, ha scritto l’azienda in una nota.

La nuova struttura, un edificio con superficie da oltre 7000 metri quadrati, si trova nella zona di Campi, nel ponente cittadino, ed è stato inaugurato per permettere al colosso delle consegne, di incrementare la capacità e la flessibilità della sua logistica, in modo da garantire spedizioni più veloci, in particolare nella provincia di Genova e in parte delle province di La Spezia e Alessandria.

“Consentirà di potenziare la nostra rete logistica nella regione”, ha spiegato Gabriele Sigismondi, responsabile di Amazon Logistics in Italia.

Amazon apre a Genova, Bucci: “La città è viva”

Un investimento che ha suscitato la soddisfazione del sindaco di Genova, Marco Bucci: “L’arrivo di una realtà leader mondiale come Amazon dimostra come la città sia viva, dinamica e stimoli l’interesse a investimenti sul territorio da parte di grandi gruppi”, ha commentato il primo cittadino ligure.

Stessa reazione da parte del patron del Gruppo Spinelli, sulle cui aree si è insediato il deposito, Aldo Spinelli: “In un periodo di grande difficoltà per tutto il Paese, a Genova non solo resistiamo ma vogliamo contrattaccare la crisi con investimenti e posti di lavoro”.

Anche in questo caso Amazon porta avanti il progetto di costruzione sostenibile, sulla falsa riga delle ultime strutture inaugurate in Italia. Lo stabilimento sarà, infatti, alimentato da energia rinnovabile ed è stato realizzato secondo i più alti standard di sostenibilità, con sistemi energetici e di illuminazione innovativi.

Infine, una curiosità: il primo prodotto consegnato dal deposito di Genova è stato il libro “Enola Holmes: il caso del marchese scomparso” di Nancy Springer.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Amazon apre a Genova: 100 assunzioni per il nuovo deposito