Alitalia, trattativa in avaria. Camusso: “Governo e azienda devono fare di più”

Intanto, il prossimo 21 aprile, nuovo sciopero del trasporto aereo

(Teleborsa)  Per dirla con una metafora restando in tema, se l’aereo fosse in fase di volo, sarebbero guai decisamente grossi:  la situazione in casa Alitalia, infatti, è di avaria totale con il pilota costretto a lanciare un disperato Sos.

Quella per cercare di salvare l’ex compagnia di bandiera italiana,infatti, è una vera e propria corsa contro il tempo: restano ancora 24 ore per trovare una via d’uscita. Sull’esito dell’atterraggio, in pratica, impossibile pronunciarsi. 
TRATTATIVA CONGELATA, POI RIPRESA “L’azienda ha sospeso la trattativa. E’ una decisione unilaterale e il tavolo non è rotto, ma sospeso”, aveva annunciato nel pomeriggio il segretario generale della Uil trasporti, Claudio Tarlazzi. Dunque, trattativa sospesa, per volontà dell’azienda . Poi riaperta dal governo che, nella tarda serata di ieri, ha voluto incontrare separatamente i vertici dell’azienda.
Questa mattina, invece, è in corso un vertice al Mise con i tre leader dei sindacati Camusso, Furlan e Barbagallo nel corso del quale i sindacati hanno ribadito al governo le controproposte già portate dalle rappresentanze di categoria. Adesso la palla passa al governo -tramite i ministri di Sviluppo economico,Lavoro e Trasporti- che le presenterà a Alitalia, per eventualmente proseguire. “Sarà una giornata lunga.Se ci sono le condizioni ci richiameranno, noi siamo a disposizione”, fa sapere Barbagallo.
Per la Camusso, governo e azienda devono fare di più – “La nostra opinione è che la trattativa deve continuare. Abbiamo fatto delle proposte e vogliamo su quelle continuare a discutere”. Lo ha detto la leader della Cgil entrando al Mise per l’incontro con il Governo, a chi le chiedeva se la trattativa fosse in stallo. “Penso che Governo e azienda debbano fare di più e che non ci possano essere ultimatum anche perchè le soluzioni devono essere condivise dai lavoratori” , ha precisato. ​
Intanto i viaggiatori  dovranno armarsi di pazienza in vista di una nuova giornata di agitazioni nel trasporto aereo, il prossimo 21 aprile: è previsto, infatti, uno sciopero generale, così come riportato anche sul sito aggiornato del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Incroceranno le braccia, con modalità diverse,  il personale Enav (per 8 ore, dalle 10 alle 18) e quello degli aeroporti di Venezia Tessera, di Roma Ciampino, di Milano Malpensa e di Torino Caselle.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Alitalia, trattativa in avaria. Camusso: “Governo e azienda devo...