Alitalia incontra i sindacati per la proroga della cassa integrazione

(Teleborsa) – Si è concluso con un quasi nulla di fatto l’incontro odierno (19 ottobre 2018) tra i vertici di Alitalia e i sindacati, per discutere del rinnovo della Cassa integrazione (CIGS) richiesta dalla ex compagnia di bandiera per 1.570 dipendenti, in vista della scadenza del 31 ottobre.

La nuova richiesta della CIGS avanzata dall’Alitalia riguarderebbe 100 comandanti, 100 piloti, 420 dipendenti di cabina e 950 dipendenti di terra, mentre le associazioni di categoria spingono per una riduzione dei suddetti numeri.

“La prossima settimana ci saranno incontri in azienda per valutare i nuovi numeri della Cassa, al netto delle uscite e delle ricollocazioni fatte sul personale di terra – ha spiegato la Filt Cgil nazionale al termine dell’incontro – . Dopo le riunioni di tavoli separati previste per il 25 e 26 ottobre, è stato convocato per il 29 ottobre prossimo un nuovo incontro al Ministero del Lavoro.

Intanto il presidente di Assolombarda, Carlo Bonomi, lancia la proposta referendum per far scegliere agli italiani “se vogliono pagare di tasca propria per Alitalia. Diciamo no a uno Stato che crede di poter rigestire il trasporto aereo, dopo che abbiamo profuso sei volte l’ammontare di quello che il Venture Capital dà alle start-up in un anno e tutto questo per un vettore che perde 1,2 milioni di euro al giorno”.

Il 31 ottobre prossimo rappresenta anche la scadenza della procedura per le offerte vincolanti, con FS che potrebbe farsi avanti con una proposta di acquisto del 100% della compagnia aerea. Secondo le indiscrezioni riportate da Il Messaggero, questa sarebbe la prima parte del piano pensata dal Governo, mentre la seconda parte riguarderebbe la formazione della cordata con il MEF e il partner industriale.

Alitalia incontra i sindacati per la proroga della cassa integraz...