Alitalia, fallite le trattative si guarda allo sciopero

(Teleborsa) – Con molta probabilità il 23 febbraio prossimo le categorie dei trasporti di Cgil, Cisl e Uil proclameranno uno sciopero di 4 ore del personale di Alitalia. La seconda fase della procedura di raffreddamento della vertenza Alitalia al ministero del Lavoro, infatti, non ha portato a niente, dopo il nulla di fatto di venerdì scorso.

Le parti “si sono ampiamente confrontate”, ma “all’esito dell’incontro il ministero, sentite le parti, ha registrato l’impossibilità di pervenire ad una soluzione conciliativa”.

Le parti sembrano essere ancora distanti sul nodo degli esuberi, che ammonterebbero a 1.600 unità, mentre l’Amministratore delegato di Alitalia Cramer Ball si appresta a presentare al governo il tanto atteso piano industriale, la settimana prossima, che dovrà contenere anche l’accordo con i lavoratori. 

Intanto si continua a discutere sul futuro di Alitalia, in particolare se sarà ancora con Air France o se sarà con Ryanair.

Alitalia, fallite le trattative si guarda allo sciopero
Alitalia, fallite le trattative si guarda allo sciopero