5 tecniche per non perdere mai le staffe al lavoro

Arrabbiarsi al lavoro è un comportamento controproducente che soprattutto un leader deve evitare

Fare un passo indietro riscoprendo la meditazione aiuta a valutare la situazione da un punto di vista logico, mentre una reazione emotiva negativa come la rabbia non aiuta mai risolvere un problema; arrabbiarsi al lavoro potrebbe inoltre generare situazioni imbarazzanti e costringere a scusarsi per la mancanza di controllo

Ragionare quando qualcuno alza la voce e fare un respiro profondo, invece di arrabbiarsi al lavoro, aiutano a mantenere la calma; la maggioranza delle persone non conosce o fraintende la personalità dei colleghi , così si accorge presto di essere l’unico aggressore della situazione e si pente delle cose dette impulsivamente

Parlare dopo aver riflettuto è la buona prassi di un leader, che evita di dire agli altri cose offensive e pericolose soprattutto per la propria reputazione professionale; invece di arrabbiarsi al lavoro per i più svariati motivi e dire in pubblico a qualcuno qualche cattiveria gratuita, meglio confrontarsi in privato con lui

Non fare una questione personale degli attacchi ricevuti dai colleghi o dei feedback negativi dei clienti, piuttosto mettersi nei loro panni come richiede una buona leadership; pazienza e comprensione sono le armi migliori per gestire la situazione più difficile e diminuire stress e tensione, trattando tutti con lo stesso rispetto che si desidera ricevere

Fare due passi a piedi per chiarirsi le idee, invece di arrabbiarsi al lavoro, è un’ottima soluzione per tornare ad affrontare in seguito una discussione delicata, con la mente sgombra e l’animo sereno; per rilassarsi basta sgranchirsi le gambe un’oretta andando al parco, in palestra o a prendere un caffè rigenerante

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

5 tecniche per non perdere mai le staffe al lavoro