10 trucchi per trovare lavoro nel 2018

InfoJobs e Hara Risorse Umane hanno stilato 10 consigli per affrontare il colloquio e trovare lavoro

Il lavoro è uno dei temi caldi e più ostici: trovarlo non è semplice, soprattutto per chi deve inserirsi per la prima volta nel mondo del lavoro.

Per chi cerca lavoro, uno degli strumenti fondamentali è il curriculum vitae: non basta però presentarlo. Bisogna scriverlo nel modo giusto per distinguersi da tutti gli altri candidati e “farsi ricordare”: personalizzato, originale e coerente con il lavoro per cui ci si candida.
I selezionatori impiegano circa 15 secondi in media per valutare un curriculum. Non basta però fare un buon curriculum: occorre scegliere la ricerca alla quale rispondere e come comportarsi durante il colloquio.

Per creare una guida utile e semplice a chi cerca lavoro, InfoJobs ha definito 10 trucchi per trovare lavoro insieme ad Hara Risorse Umane. InfoJobs è la piattaforma di recruitment online più ampia in Italia, con più di 500.000 offerte di lavoro pubblicate nel 2017 e 4 milioni di curriculum registrati. Hara Risorse Umane è invece società esperta nella ricerca e nella selezione del personale. Ecco 10 trucchi per conquistare il lavoro dei propri sogni.

1. Rispondi all’offerta giusta per te: seleziona la ricerca di candidato che rispecchia il tuo profilo e chiediti se l’offerta risponde davvero alle tue aspettative. Tu devi essere giusto per il lavoro, ma il lavoro deve essere giusto per te. Non inviare curriculum a tutti gli annunci che vedi, ma seleziona e concentrati su quelli per i quali pensi di poter essere il candidato ideale: pochi, ma buoni.

2. Crea un cv completo e personalizzato: personalizza il curriculum in base all’offerta per cui ti candidi. Valorizza le competenze che possiedi e che sono evidenziate nell’annuncio, con sincerità. Metti in luce anche competenze trasversali come capacità organizzative, relazionali, capacità di lavorare in team, serietà, motivazione e impegno. Racconta anche di te tramite hobby, passioni o volontariato.

3. Non sottovalutare l’importanza del colloquio telefonico: anche se il colloquio iniziale si fa al telefono, non puoi rischiare di fare brutta impressione. È il primo contatto con l’azienda che potrebbe assumerti, devi rispondere con calma e concentrazione. Se poi non sei disponibile, dillo e fissa un altro appuntamento telefonico.

4. Scegli un abbigliamento adeguato: il look del colloquio non è da sottovalutare. Deve farti sentire a tuo agio, senza essere troppo informale. Osserva come si vestono i dipendenti dell’azienda per essere in linea con loro. Puoi anche andare a prendere un caffè al bar sotto la sede dell’azienda qualche giorno prima del colloquio e capire come si vestono e qual è il dress code aziendale.

5. Al colloquio vai da solo: non servono genitori, amici, fidanzati ad accompagnarti, devi saper gestire in autonomia la situazione. Farti accompagnare mostra solamente che hai bisogno di un supporto continuo, soprattutto nelle situazioni di stress: non è un buon biglietto da visita.

6. Arriva preparato: se hai risposto all’annuncio, significa che ti interessa lavorare in quella azienda. Preparati per il colloquio: devi essere sincero e te stesso, ma anche adeguato all’ambiente in cui ti rechi. Documentati quindi sull’azienda, leggi su internet come si raccontano e cosa si dice di loro, preparati sul tipo di business che trattano, sui valori di cui si fa portavoce e sulla mission aziendale.

7. Tieni un atteggiamento composto: durante il colloquio di lavoro presta attenzione al tono della voce e a come ti muovi. Se anche sei agitato, siedi composto, guarda negli occhi l’interlocutore, non parlare a voce alta o troppo veloce, fai pause e cogli l’attenzione della persona con cui parli.

8. Sii te stesso: l’onestà è la prima qualità che un selezionatore cerca. Non mostrarti per quello che non sei, non mentire su quello che sai fare e valorizza i tuoi pregi. Ricorda che se ti assumono, dovrai saper fare tutto quello che hai detto di saper fare.

9. Sii concreto: quando parli di te stesso o delle tue esperienze e competenze, sii concreto. Fai esempi di situazioni che hai gestito, progetti ai quali hai preso parte, come sei arrivato alla soluzione di un problema e che risultati (concreti) hai raggiunto. Se quindi dici che sei una persona organizzata, spiega anche quando e come lo sei stato.

10. Fai domande: la decisione se accettare o meno un lavoro, è anche tua e per valutare meglio l’offerta devi sciogliere i tuoi dubbi e farti domande. Dimostrati curioso, fai domande sull’azienda e sulla posizione che andresti a ricoprire. Puoi anche chiedere della retribuzione e quali potrebbero essere i tempi di risposta, ma non come prima e sola cosa.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

10 trucchi per trovare lavoro nel 2018