Visa studia gli occhiali da sole con chip per i pagamenti NFC

Visa tenta il colpo inserendo in un normale paio d’occhiali un piccolo chip contactless

“Paga con carta di credito, bancomat… o con gli occhiali da sole?” I sistemi di pagamento contactless si evolvono di giorno in giorno e in futuro molto prossimo potremmo usare anche degli oggetti insospettabili per finalizzare i nostri acquisti.

Ad esempio, gli occhiali da sole.  Al festival musicale e cinematografico SXSW ad Austin (Texas), Visa ha presentato un piccolissimo chip inserito nella montatura degli occhiali da sole per pagare contactless con la tecnologia NFC ( (acronimo di Near Field Communication, tecnologia che fornisce connettività wireless bidirezionale a corto raggio).

Gli occhiali non sono ancora sul mercato: Visa sta perfezionando l’idea e cerca uno sponsor che possa sostenere le spese e il lancio di questo prodotto rivoluzionario. Lo ha spiegato Chris Curtin, responsabile marketing di Visa, alla CNBC: “Pensiamo che la direzione giusta sia quella di entrare in oggetti che non ci si aspetta di poter usare per effettuare pagamenti, proprio come gli occhiali da sole o ad esempio un anello“.

Ovviamente si tratta di situazioni particolari: l’occhiale contactless non vuole sostituire la carta di credito nell’operatività di tutti i giorni, tanto più che gli occhiali da sole occupano posizioni altissime tra gli oggetti smarriti con maggiore frequenza, ma in certe circostanze possono permettere alle persone di lasciare il portafoglio a casa e vivere sereni.

Leggi anche:
Apple Pay arriva anche in Italia. Le banche interessate
Pericolo smartwatch: possono rivelare il pin del bancomat
Attenti: clonare una carta di credito contactless è semplicissimo. Ecco come

Visa studia gli occhiali da sole con chip per i pagamenti NFC