Vaccino Coronavirus, dopo Russia e Cina arriva quello di Cuba

Il nuovo vaccino cubano si chiamerà Soberana 01. Le sperimentazioni inizieranno il 24 agosto. Risultati disponibili il 1° febbraio 2021

Prima la Russia, poi la Cina, ora Cuba. Mentre prosegue rapida la corsa al vaccino contro il Covid, e mentre la sperimentazione di Pomezia-Oxford con AstraZeneca sembra al momento essere stata battuta sul tempo, ecco che anche l’isola caraibica annuncia un suo antidoto contro il virus che sta falcidiando il mondo.

Come funziona il vaccino di Cuba

Dal Registro pubblico cubano delle sperimentazioni cliniche è arrivata la conferma che la fine dello studio del nuovo vaccino contro il Coronavirus è fissata per l’11 gennaio 2021, con i risultati disponibili il 1° febbraio.

L’annuncio arriva in un momento in cui a Cuba si registrano alcuni focolai, principalmente nella capitale L’Avana, dopo che il virus sembrava essere stato messo sotto controllo. Il numero di nuovi casi giornalieri rimane a due cifre: il numero totale di positivi a Cuba sale a 3.408, e il numero di morti è di 88, dopo 14 giorni senza morti, cifre comunque molto basse rispetto alla media dei Paesi limitrofi.

Il nuovo vaccino cubano si chiamerà Soberana 01 e sarà sviluppato dal Finlay Vaccine Institute. Consterà nell’iniezione di due dosi per via intramuscolare. Le sperimentazioni inizieranno a breve, il 24 agosto, e saranno effettuate su 676 persone tra i 18 e gli 80 anni. Si prevede che la risposta immunitaria dei soggetti sottoposti alle sperimentazioni sia maggiore del 50%.

Cuba vuole il suo vaccino

Sebbene i vaccini che si stanno sviluppando in tutto il mondo siano diversi e si stia facendo pressione affinché si eviti il cosiddetto “nazionalismo da vaccino, e cioè che alcuni Paesi più ricchi se lo tengano per sé senza concederlo a tutti gli altri, Cuba voleva a tutti i costi avere un proprio vaccino, come aveva già annunciato il 19 maggio il presidente Miguel Díaz-Canel: “Sebbene ci siano vaccini da altri Paesi, abbiamo bisogno che il nostro abbia la sovranità”.

Come noto, la sanità cubana è molto all’avanguardia, a dispetto di un Paese ancora molto arretrato e impoverito da decenni di dittatura. Cuba aveva già sviluppato, ad esempio, un suo vaccino contro l’epatite B e contro alcune malattie come la meningite, il cancro ai polmoni, alla testa e al collo in fase avanzata, questi ultimi vaccini terapeutici che aiutano a ridurre le malattie già in essere.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vaccino Coronavirus, dopo Russia e Cina arriva quello di Cuba