Tv, i migliori decoder per lo switch-off del 21 dicembre

Tutto pronto per lo switch-off del prossimo 21 dicembre: ecco come non farsi trovare impreparati con i decoder di ultima generazione

La fatidica data dello switch-off del vecchio sistema della televisione è ormai in arrivo, con migliaia di italiani che si trovano alle prese con la verifica dei proprio apparecchi per capire se, dal prossimo 21 dicembre, i dispositivi che sono presenti in casa continueranno a trasmettere i canali col nuovo sistema o se, invece, si dovrà ricorrere a nuovi televisori o decoder. Dal 20 dicembre 2022, infatti, il nuovo digitale terrestre arriva definitivamente tra noi grazie allo switch-off del sistema precedente, con la codifica Mpeg-2 che viene definitivamente dismessa da Rai, Mediaset, La7 e tutte le altre emittenti.

Cosa fare quindi entro questa data e come comportarsi se la tv che abbiamo in casa non è compatibile col nuovo digitale terrestre? Nessuna paura o panico, i passi sono semplici e immediati.

Switch-off, come prepararsi

Come vi abbiamo raccontato negli scorsi giorni, dopo mesi di rodaggio viene completato il percorso che ci porta dritti dentro alla nuova Tv digitale. Il percorso, previsto dal Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 21 dicembre 2021, è iniziato già lo scorso marzo, quando per alcuni canali Rai e Mediaset e per alcuni canali locali era stata introdotta la codifica MPEG-4 in simulcast con l’MPEG-2, con la possibilità per gli utenti di ricevere le stesse programmazioni con entrambi i sistemi di codifica, in via provvisoria.

Con il passaggio al nuovo sistema dal 1° gennaio 2023 entrerà definitivamente in funzione esclusiva il cosiddetto DVB-T2 (Digital Video Broadcasting – Second Generation Terrestrial), lo standard di ultima generazione per le trasmissioni sulla piattaforma digitale terrestre del consorzio europeo DVB. Cambierà tutto per gli italiani che, dall’immagine all’audio, ma anche nelle frequenze, riceveranno a casa un prodotto televisivo migliore.

Il rischio del passaggio è che le tv presenti nelle case degli italiani potrebbero non funzionare più. Alcuni dispositivi, infatti, potrebbero non essere compatibili con la nuova tecnologia, dunque bisognerà attivare delle procedure per capire che tipo di televisione abbiamo. Per capire se rientra tra quelle compatibili con la nuova tecnologia, bisognerà collegarsi ai canali dedicati del digitale terrestre, andando a controllare se i canali “classici” in HD corrispondono allo schema standard (Rai 1 sul canale 1, Canale 5 al 5 e così via). Coloro che già ricevono questi canali in HD nei primi 100 numeri del telecomando non devono fare nulla, chi invece non riceve questi canali o li vede solo dal canale 500 in poi dovrà necessariamente sostituire la propria TV o il proprio decoder con uno di nuova generazione capace di ricevere i segnali in HD.

Se siete interessati a sconti e offerte su prodotti tech, iscrivetevi a questo Canale Telegram per ricevere ogni giorno in tempo reale le migliori offerte su smartphone, smartwatch, smart TV e tutto il meglio della tecnologia.

I migliori decoder in vendita

Il secondo scenario, ovviamente è quello più scomodo, ma non di certo impossibile da risolvere. Visitando la pagina dei decoder in vendita su Amazoninfatti, sarà possibile trovare tanti dispositivi che, dal più economico al più dispendioso o anche tra i più votati, può fare al caso nostro.

Per esempio, il Dcolor Decoder DVB-T2 è quello più venduto su Amazon e uno dei più recensiti sull’ecommerce che mette a disposizione importanti sconti in vista dello switch-off.

Non è da meno neanche il Decoder STICK Techmade che permette di collegare il digitale terrestre direttamente dalla porta HDMI della tv senza aver bisogno di un case esterno ingombrante.

Il DVB-T2-‎Dcolor Full HD invece supporta le nuove immagini di alta qualità H265 che è più veloce dell’H264 ed è progettato per nascondersi dietro ogni televisore.

Andando verso decoder più costosi, l’EDISION PICCO T265+ è una delle alternative migliori presenti su Amazon con costi (ancora) contenuti.

Di un’altra categoria economica, invece, il Thomson THS807 che non solo è un ricevitore del digitale, ma si fa anche da satellitare per vedere numerosi canali dell’offerta televisiva.