Arriva la Smart-shirt: la camicia super intelligente che rileva il Coronavirus

Una speciale camicia intelligente e sostenibile potrebbe essere in grado di rilevare subito il Covid in base ai sintomi che provoca

Procede spedita la ricerca per arrestare la pandemia. Dopo l’importantissimo annuncio dei passi da gigante compiuti su quello che potrebbe essere, forse, il primo vaccino anti-Covid in Italia, quello di AstraZeneca sviluppato tra Pomezia e Oxford, e dopo le dichiarazioni in merito ai“super” anticorpi monoclonali rilasciate dal direttore scientifico vaccini di Glaxo Nino Rappuoli, un’altra scoperta, sul fronte della diagnosi questa volta, potrebbe permetterci di scovare immediatamente la presenza del virus.

Cos’è la Smart-shirt anti-Covid

Una speciale camicia potrebbe essere in grado di rilevare subito il Covid in base ai sintomi che provoca: la “Smart-shirt” anti-Covid. È ciò a cui stanno lavorando Smart Textiles, parte dell’Università di Borås in Svezia, da sempre in prima linea nella progettazione di tessuti smart e materiali sostenibili, Chalmers University of Technology, l’ospedale universitario di Sahlgrenska, Stanford Hospital, Stanford University e Silicon Valley.

L’obiettivo è sviluppare un prototipo di un indumento a maglia che possa rilevare facilmente e in modo affidabile i sintomi della malattia del Covid-19, soprattutto in lavoratori a rischio, anziani, persone con patologie o con disabilità, tutte categorie che necessitano di una diagnosi super rapida.

L’importanza di prevenire la diffusione dell’infezione nel contesto dell’attuale pandemia e di possibili future pandemie è estremamente fondamentale.

Come funziona la camicia super intelligente

La Smart-shirt dovrebbe essere in grado di monitorare la comparsa dei sintomi Covid, e cioè di misurare, tra le altre cose, la temperatura corporea, la frequenza respiratoria, la frequenza cardiaca e la tosse.

Sarà prodotta utilizzando una speciale tecnologia che si basa su sensori integrati super intelligenti. Questa tecnica di produzione consentirà inoltre all’indumento di aderire saldamente al corpo e può essere adattata alla forma e alle dimensioni del corpo di ogni persona, il che è necessario per il funzionamento della tecnologia incorporata.

La vestibilità aiuta anche a rendere il capo naturale quando indossato, a differenza di altri strumenti di misura utilizzati in ambito sanitario. L’indumento sarà prodotto in un unico pezzo senza cuciture o tagli, rendendolo durevole con uno spreco minimo di materiale.

I dati raccolti vengono poi inviati a un server centrale per la misurazione e l’analisi tramite algoritmi al fine di rilevare deviazioni significative da uno stato normale. Lo stato normale viene nuovamente calibrato con ogni singolo utilizzatore di Smart-shirt.

Il prototipo sarà poi valutato clinicamente presso la Clinica per le malattie infettive dell’ospedale universitario di Sahlgrenska.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Arriva la Smart-shirt: la camicia super intelligente che rileva il Cor...