Selfiemployment, fondo di 124 milioni per autoimpiego giovani

Il progetto del ministero del Lavoro partirà a metà gennaio

Da metà gennaio parte “SELFIEmployment“, un nuovo strumento per l’occupazione dei giovani. Si tratta di un fondo rotativo di 124 milioni di euro per l’accesso al credito agevolato a sostegno degli iscritti al programma europeo “Garanzia Giovani” che avvieranno iniziative di autoimpiego e autoimprenditorialità.

L’inziativa, promossa dal Ministero del Lavoro, sarà gestita da Invitalia, l’agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa di proprietà del ministero dell’Economia. Il progetto prevede l’erogazione di prestiti a tasso zero per importi che vanno da un minimo di 5mila a un massimo di 50mila euro. I prestiti saranno concessi senza garanzie personali e con un piano di ammortamento della durata massima di 7 anni.

I destinatari sono giovani under 30 senza lavoro e che non seguono percorsi formativi. Sarà comunque possibile estendere l’iniziativa a un target più ampio. Invitalia provvederà all’istruttoria del business plan, all’erogazione del credito, alla gestione, controllo e monitoraggio della misura. L’agenzia renderà inoltre disponibili servizi di tutoraggio. Il ministro Poletti ha sottolineato che il progetto è una ulteriore tappa per continuare a sviluppare Garanzia Giovani.

“Chi ha un’idea – ha detto – ce la porti. Noi la esamineremo, se è compatibile con i quattro pilastri del programma la adotteremo e la realizzeremo insieme con chi ce la propone”.

 

Video: AskaNews

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Selfiemployment, fondo di 124 milioni per autoimpiego giovani