In arrivo sblocco dello smartphone anche con la mascherina?

La Apple avrebbe introdotto la funzionalità di accesso all'iPhone tramite Face ID anche con il volto coperto

La Apple potrebbe lanciare presto la funzionalità che permetterà di sbloccare l’iPhone indossando la mascherina. Si tratterebbe di un aggiornamento contenuto nel nuovo sistema operativo per gli smartphone di casa Cupertino, che consentirebbe l’accesso al proprio dispositivo tramite Face ID anche senza possedere l’Apple watch.

Sblocco dell’iPhone con la mascherina: la nuova funzionalità

Tra le tante precauzioni anti-contagio rese necessarie dalla pandemia che hanno modificato le abitudini dei cittadini di tutto il mondo, la mascherina in particolare è entrata a far parte stabilmente del nostro quotidiano e probabilmente rimarrà a lungo.

Coprendo il volto, questi strumenti fondamentali di protezione dal virus possono rendere complicato distinguere il profilo di una persona per qualsiasi individuo, figuriamoci per un dispositivo come gli smartphone.

Nell’era del riconoscimento facciale anche la tecnologia si è dovuta adattare ai nuovi usi e, come spesso accade, uno dei primi attori sviluppatori di innovazioni nel mondo del mobile come Apple avrebbe trovato in tempi rapidi una soluzione (qui avevamo parlato della distribuzione dei kit fai-da-te di Cupertino).

Per ovviare al problema della mascherina, il colosso di Cupertino aveva già trovato il sistema tramite l’aiuto dell’Apple watch, utilizzato come sistema di autenticazione secondario.

Adesso la Apple sembrerebbe essere riuscita a far funzionare il Face ID nonostante si indossi la mascherina, anche senza dover possedere lo smartwatch col simbolo della mela (qui abbiamo raccontato della chiusura dei negozia Apple a New York per la pandemia).

Sblocco dell’iPhone con la mascherina: come funziona

La novità sarebbe stata scoperta dall’utente Brandon Butch e dal sito MacRumors nella versione beta di iOS 15.4, il sistema operativo per smartphone.

Entrambi hanno postato su Twitter uno screenshot della nuova funzione di sblocco con la mascherina dove si legge che per garantire comunque la massima sicurezza, la nuova funzione è in grado di “riconoscere le caratteristiche uniche del contorno dell’occhio”.

Inoltre il sistema darebbe la possibilità di selezionare la modalità “Aggiungi occhiali” così da rendere il Face ID ancora più preciso quando si indossano sia occhiali che mascherina.

Qualora si decidesse di utilizzare questa funzione occorrerà effettuare una nuova scansione del volto tramite l’apposito menù relativo alla sicurezza nella impostazioni di sistema dove è ora presente un nuovo switch “Usa Face ID con una mascherina”.

Sblocco dell’iPhone con la mascherina: lo sviluppo

Apple stava già lavorando all’opzione, il cui lancio era stato ritardato con la speranza del miglioramento della situazione globale.

Per andare incontro alle esigenze di sempre più utenti in tutto il mondo costretti a portare la mascherina anche negli ambienti esterni il colosso di Cupertino aveva già lavorato ad aggiornamenti nella versione iOS 13.5 aveva cominciato a rilevare la presenza della protezione, chiedendo in maniera più rapida il passcode invece di provare a sbloccare lo schermo via riconoscimento facciale Face ID.

Successivamente, iOS 14.5, è stato introdotto lo sblocco del telefono tramite l’Apple Watch indossato e abbinato.

Come si legge dalla schermata condivisa online, l’azienda ha tenuto a precisare che l’autenticazione dell’utente con una mascherina rimane meno precisa di quella tradizionale, per via dell’utilizzo dei segni distintivi intorno agli occhi per effettuare il login.

Secondo chi ha provato la versione beta, il cui rilascio non dovrebbe tardare ad arrivare, nonostante la disponibilità di iOS 15.4 sin dagli iPhone 6S, nei test la funzionalità dovrebbe essere attiva esclusivamente nei modelli 12 e 13, quelli usciti negli ultimi due anni (qui abbiamo parlato di come la crisi dei microchip abbia condizionato la produzione degli iPhone).