Microsoft si compra (in contanti) Bethesda: cosa cambia per i giochi, e Xbox

Il colosso Usa ha acquisito ZeniMax Media, azienda madre di Bethesda Softworks, per ben 7,5 miliardi di dollari. In contanti

Colpo grosso per Microsoft. Il colosso Usa ha acquisito ZeniMax Media, azienda madre di Bethesda Softworks, uno dei più importanti sviluppatori di videogiochi per computer e console a livello mondiale, per 7,5 miliardi di dollari (circa 6,30 miliardi di euro). In contanti.

La mossa di Microsoft

“Più di tre miliardi di persone sul pianeta giocano per divertimento, fuga e connessione umana” spiega a commento Microsoft in un comunicato. “A differenza di qualsiasi altro mezzo, i giochi permettono alle persone di impegnarsi nella creatività, nel pensiero strategico e nel lavoro di squadra, immergendole in storie interattive e mondi creati da alcuni dei più incredibili creatori del mondo”.

Il fenomeno culturale del gioco ne ha fatto la forma di intrattenimento più grande e in rapida crescita nel mondo, un’industria che si prevede abbia un fatturato annuo di oltre 200 miliardi di dollari nel 2021 (circa 170 miliardi di euro). E che cambia in fretta: da un’era incentrata sui dispositivi si è trasformata a un’era incentrata sui giocatori, alimentata da una nuova tecnologia che offre la libertà di giocare con gli amici ovunque su qualsiasi dispositivo.

Creatore di franchise di giochi famosissimi e subito diventati cult, come Doom, Wolfenstein, Fallout e The Elder Scrolls, Bethesda porta su Xbox un portafoglio “impressionante” di giochi, tecnologia, talento, oltre a una serie di successi commerciali di successo.

Con questa operazione, gli studi creativi di Microsoft (peraltro sempre più vicina all’Italia per via del progetto lavoro con Barilla) passeranno da 15 a 23, mentre i marchi di Bethesda verranno aggiunti al catalogo di Xbox Game Pass.

Cosa succede ai giochi

Anche la Borsa non ha accolto in modo particolarmente eclatante l’annuncio, il capo di Xbox ha spiegato che Microsoft ha intenzione di onorare tutti gli accordi di esclusività per Deathloop e Ghostwire Tokyo. Non ci sarebbero quindi dubbi che i due titoli saranno rilasciati su PlayStation 5 come previsto e che avranno ancora un periodo di esclusività: solo dopo arriveranno su Xbox.

E con i giochi futuri che succederà? Quelli per cui ancora non esiste un accordo di pubblicazione arriveranno su Xbox e PC, ma per le altre piattaforme si dovranno attendere informazioni precise per ciascun titolo.

Mossa particolarmente strategica per Microsoft, tanto più che arriva proprio alla vigilia di quella che è già stata ribattezzata “guerra delle console”, con il lancio di una nuova Xbox, Series X, ma anche della nuova, attesissima, PlayStation 5. Per non parlare della fumata bianca relativa all’acquisizione di TikTok, piattaforma social per la quale il CEO di Microsoft Satya Nadella aveva avuto colloqui diretti con il presidente Usa Trump, ma senza successo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Microsoft si compra (in contanti) Bethesda: cosa cambia per i giochi, ...