Guerra Ucraina, perché un famoso marchio cambia i suoi telefoni

Una drastica decisione, quella presa da Samsung nei territori dell'Est Europa, per smarcarsi dalla Russia di Putin e dalla guerra in Ucraina

La guerra tra la Russia e l’Ucraina ha portato alla fuga i colossi della tecnologia da Mosca, che hanno deciso di boicottare l’invasione di Kiev. Samsung ha fatto un nuovo passo avanti per smarcarsi dal Paese di Vladimir Putin e opporsi al conflitto che sta creando nuovi equilibri globali, sia di tipo politico che economico.

Samsung cambia il nome ai suoi telefoni per colpa della guerra in Ucraina

Samsung ha deciso di rimuovere la Z dal nome dei suoi dispositivi pieghevoli in alcuni Paesi europei. Gli smartphone Galaxy Z Fold 3 e Galaxy Z Flip 3 da oggi sono chiamati semplicemente Samsung Galaxy Fold 3 e Samsung Galaxy Flip 3 in Lituania, Lettonia ed Estonia.

La misura è stata pensata anche per l’Ucraina e per altri stati che confinano con la Russia, anche se non sono ancora stati aggiornati tutti i siti internazionali del colosso della telefonia mobile e dei dispositivi smart.

Perché Samsung ha deciso di togliere la “Z” dal nome degli smartphone pieghevoli

Fonti vicine ai distaccamenti europei del gigante tecnologico coreano spiegano che dietro questa particolare scelta ci sarebbe il fatto che la lettera Z serve a identificare i veicoli russi durante la “operazione speciale militare” che il Cremlino sta portando avanti in Ucraina.

La Z, vista anche allo stadio su bandiere e magliette in occasione del monologo di Vladimir Putin durante l’evento per l’ottavo anniversario dell’annessione della Crimea alla Russia, è diventata anche il simbolo di una linea di abbigliamento e prodotti acquistati dai sostenitori della guerra. Qua vi spieghiamo cosa significa davvero la Z russa.

Samsung ha così deciso di evitare, almeno nei Paesi baltici e via via in tutti quelli che confinano con la Russia, e forse in un secondo momento anche nel resto del mondo, di cancellare la Z dai propri dispositivi per evitare incomprensioni, associazioni e involontari endorsement a quanto sta avvenendo in Ucraina, con il Paese martoriato dalle bombe.

Samsung boicotta la Russia: è tra le multinazionali che hanno lasciato il Paese

A inizio marzo Samsung ha deciso di interrompere le vendite dei propri prodotti in Russia per protestare contro l’invasione dell’Ucraina, sospendendo tutte le esportazioni di smartphone e processori verso Mosca.

Una decisione molto importante, che ha spinto tante altre multinazionali a fare lo stesso, con un fronte compatto di denuncia contro le mire espansionistiche di Vladimir Putin, con il suo Paese isolato su più fronti dalle sanzioni economiche al presidente e agli oligarchi.

Per non perderti le ultime notizie e ricevere i nostri migliori contenuti, iscriviti gratuitamente al canale Telegram di QuiFinanza: basta cliccare qui.

Lasciare la Russia non conviene a Samsung: persa una grossa fetta di mercato

Samsung ha ritirato dal mercato russo tutta la sua gamma di prodotti. Non solo smartphone e tablet, dunque, ma anche televisori, elettrodomestici, accessori e, come già detto, chip, che sono usati dall’industria locale, anche a scopi bellici.

Il gigante tech della Corea del Sud ha dunque tagliato i ponti con la Mosca, in attesa di una fine pacifica della guerra in Ucraina. Andando anche contro i propri interessi. Samsung ha una quota di mercato importante nella Federazione Russa, che rappresenta il 30% del mercato mobile nazionale.

Samsung Galaxy Z Fold 3 e Samsung Galaxy Z Flip 3: dove acquistarli

La casa comunque è al lavoro su un nuovo dispositivo della famiglia dei foldable: ecco cosa sappiamo del nuovo Samsung Galaxy Multi Fold. In attesa del nuovo gioiellino dell’azienda, è possibile acquistare un prodotto della gamma Samsung Galaxy Z a soli 500 euro, come vi spieghiamo qua. Magari gli ultimi esemplari da collezione con il marchio Z.

Per ottenere lo sconto è necessario però avere un buon dispositivo da versare in fase di acquisto. Se non lo avete, potete acquistare un nuovo smartphone a rate su Amazon approfittando delle offerte. Il Samsung Galaxy Z Flip 3 5G da 256 Gb, il telefono a conchiglia della linea, è disponibile a soli 899 euro invece di 1.149 euro.

Il top di gamma pieghevole con lo schermo che raggiunge il 7,6″ da aperto, il Samsung Galaxy Z Fold 3 5G da 512 Gb è disponibile ora a 1.599 euro, rispetto ai consueti 1.949 euro.