La Germania acquista per prima gli anticorpi monoclonali: come e quando saranno utilizzati

Il Paese di Angela Merkel batte tutti gli altri stati europei sul tempo e si assicura una partita della "cura miracolosa" di Donald Trump

Mentre tutti gli stati europei, Italia inclusa, sono alle prese con la riduzione di consegne dei vaccini anti-Covid da parte di Pfizer e Astra-Zeneca (che, vale la pena ricordare, ancora non ottiene l’autorizzazione alla commercializzazione da parte dell’EMA), la Germania inizia a battere anche altre strade. Il Paese di Angela Merkel, infatti, è il primo dell’Unione Europea ad acquistare e utilzzare dosi di anticorpi monoclonali, la cura anti-Covid “miracolosa” utilizzata negli Stati Uniti per rimettere in sesto Donald Trump nel giro di pochi giorni.

Germania acquista 200 mila dosi di anticorpi monoclonali: come e quando saranno utilizzati

La Germania ha acquistato 200 mila dosi di anticorpi monoclonali per una cifra di 400 milioni di euro (2.000 euro a dose) ed è pronta a impiegarli nei policlinici universitari già a partire dalle prossime settimane. L’annuncio è stato fatto dal ministro della Salute tedesco Jens Spahn, che ha anche fornito alcuni dettagli sulle modalità di utilizzo di questa cura sperimentale.

Al momento, infatti, l’Agenzia europea del farmaco non ha autorizzato l’utilizzo di questo farmaco e non è detto che l’approvazione arriverà a breve. Per questo, le 200 mila dosi che la Germania ha acquistato potranno essere utilizzate solo in forma sperimentale all’interno di strutture di ricerca universitarie. Insomma, non verranno impiegati per curare i malati ospitati nei reparti Covid tedeschi, ma solamente una ristretta cerchia di contagiati.

Nella sua nota, il ministro tedesco non ha specificato quale sia l’azienda che abbia fornito le 200 mila dosi di anticorpi monoclonali, ma ha spiegato che si tratta dello stesso “mix” impiegato per curare Donald Trump qualche mese fa.

Cosa sono gli anticorpi monoclonali

A differenza dei vaccini anti-Covid in fase di somministrazione in Italia e nel resto del mondo, gli anticorpi monoclonali possono essere utilizzati nei pazienti già infetti. Prodotti anche in Italia dalla BPS di Latina, gli anticorpi “lavorano come una vaccinazione passiva” e sono particolarmente indicati per soggetti ad alto rischio. Vengono “estratti” dal sangue delle persone guarite dal Sars-CoV-2 e sono poi “ingegnerizzati” in laboratorio per aumentarne il tasso riproduttivo. In questo modo è possibile produrli su larga scala così da utilizzarli per curare la malattia.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La Germania acquista per prima gli anticorpi monoclonali: come e quand...