Covid, test rapidi anche al supermercato in Germania: come funzionano

I tedeschi possono comprare i test rapidi anti Covid anche nei supermercati, ma è necessario fare chiarezza sulla loro affidabilità

Il test Covid rapido arriva nei supermercati, almeno in Germania. Si tratta di un tampone nasale che fornisce il risultato in 15 minuti. È possibile acquistare un kit a persona con dentro cinque test. I tedeschi, inoltre, a partire dall’8 marzo, avranno diritto a fare almeno un test rapido gratuito a settimana, ed è previsto l’arrivo sul mercato di altri kit fai da te. Ma come funzionano questi dispositivi? Sono davvero affidabili?

Covid, test rapidi anche al supermercato e in farmacia: funzionano?

Bisogna premettere che i test rapidi in generale hanno un’efficacia inferiore rispetto ai tamponi molecolari, che fino a poco tempo fa in Italia erano gli unici considerati affidabili. Gli antigenici hanno infatti una sensibilità che varia dal 70% all’86% e se una persona ha una carica virale troppo bassa potrebbero dare un falso risultato negativo. In particolare se effettuati da mani inesperte a casa, dove le possibilità di contaminazione potrebbero comprometterne l’affidabilità.

Tuttavia i tamponi antigenici sono utili ai fini degli screening di massa e per monitorare l’andamento dell’epidemia in un territorio specifico, in particolare tra persone asintomatiche o che non sanno di aver avuto contatti diretti con un positivo al coronavirus e altrimenti sfuggirebbero al tracciamento. In Italia è obbligatorio che a effettuare le operazioni di prelievo del campione da analizzare siano gli operatori sanitari, come medici e infermieri.

Boom del mercato dei test rapidi per il coronavirus: le nuove scoperte

Nel resto del mondo si sta assistendo invece a un vero boom del mercato dei test rapidi, con kit fai da te venduti in farmacia anche senza prescrizione medica. Sono tante le case farmaceutiche che producono questo tipo di dispositivi, e quelli più innovativi permettono di rilevare la presenza del coronavirus anche attraverso la saliva.

Dai laboratori di ricerca arrivano di continuo nuove tecnologie, che ricevono l’approvazione delle agenzie del farmaco, per identificare l’infezione e combatterla. La Fda statunitense ha proprio di recente approvato il T-Detect-Covid, che cerca i segnali del contagio da Covid nel sistema immunitario adattivo del corpo, in particolare tra le cellule T, che aiutano il nostro organismo a ricordare il segno dei virus nemici. Il nuovo test rapido promette di sostituire test sierologici e pungidito per chi ha paura degli aghi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid, test rapidi anche al supermercato in Germania: come funzionano