Covid, primo caso di reinfezione: ci si può ammalare due volte

Lo studio pubblicato dai ricercatori dell'Università di Hong Kong conferma le ipotesi dei mesi scorsi: lo dimostra la doppia infezione di un uomo di 33 anni, a distanza di quattro mesi

L’Università di Hong Kong ha dimostrato che il coronavirus può infettare una persona che lo aveva già contratto in precedenza, anche a distanza di mesi, proprio come fanno i virus del comune raffreddore. L’ateneo asiatico è stato il primo ad annunciare il primo caso documentato al mondo di reinfezione, che ha come protagonista un uomo di 33 anni in buona salute. In quattro mesi sarebbe stato colpito da due ceppi distinti del Sars-CoV-2.

Covid, primo caso di reinfezione: cosa è successo

Lo studio, con i risultati delle analisi, sta per essere pubblicato sulla rivista Clinical Infectious Diseases. I ricercatori hanno comunque anticipato alcune informazioni: il paziente, la scorsa primavera, avrebbe avuto una prima infezione lieve, con tosse, febbre e mal di gola per tre giorni. Il 26 marzo, dopo il tampone, la conferma della positività al coronavirus. Dimesso il 14 aprile, dopo due tamponi negativi consecutivi, era stato considerato guarito.

Covid, primo caso di reinfezione: quanto dura l’immunità

A Ferragosto, di rientro dalla Spagna, un test in aeroporto ha riscontrato una nuova positività, sebbene il 33enne fosse questa volta asintomatico. Grazie al sequenziamento genetico di nuova generazione (next generation sequencing), i ricercatori hanno esaminato il genoma virale prelevato durante la prima infezione e lo hanno paragonato con quello del virus responsabile della seconda. Il confronto ha evidenziato come i due episodi siano riconducibili a virus geneticamente distinti: sarebbero 24 le ‘lettere’ del genoma diverse, che si tradurrebbero in 9 proteine mutate.

Secondo i ricercatori questo caso suggerisce che il Sars-CoV-2 può persistere nella popolazione come altri coronavirus umani del comune raffreddore. Poiché l’immunità può durare poco, andrebbero vaccinate anche le persone già colpite da Covid-19, che dovrebbero inoltre continuare a usare mascherine a mantenere il distanziamento sociale.

Nonostante tutto, alcuni esperti hanno sottolineato come la ricerca non debba necessariamente scatenare di panico: la reinfezione è comune con altri coronavirus. Akiko Iwasaki, professore di immunobiologia all’Università di Yale, ha scritto su Twitter che la scoperta non sia assolutamente inaspettata. Anche Anthony Fauci, scienziato alla guida del National Institute of Allergy and Infectious Diseases e massimo esperto di malattie infettive negli Stati Uniti, ha affermato che l’immunità ad altri coronavirus noti, inclusi quelli che causano il comune raffreddore, in genere dura solo da 3 a 6 mesi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid, primo caso di reinfezione: ci si può ammalare due volte