Aipoly: l’app che descrive le foto per i non vedenti

C'è il talento italiano dietro l'app che sta conquistando la Silicon Valley

Aipoly è una app pensata per aiutare ipo e non vedenti che nasce dall’intuizione di due giovani talenti: l’italiano Alberto Rizzoli (22 anni) e l’australiana Marita Cheng (26 anni). Tramite questa app, i non vedenti possono inquadrare il mondo che li circonda e inviare le foto all’intelligenza artificiale che le confronterà con le immagini presenti nel database e fornirà una descrizione vocale.

L’app, disponibile per Android e iOS, è riuscita a conquistare l’interesse della Singularity University , centro di eccellenza nella Silicon Valley, che ha deciso di inserire Aipoly nell’elenco degli 80 progetti da sviluppare nel 2015. Al momento l’app è in fase di beta test gratuito, test al quale si può partecipare iscrivendosi sul sito.

 

Aipoly: l’app che descrive le foto per i non vedenti