Umarells: l’App che segnala i cantieri aperti agli anziani

Da pochi giorni è disponibile Umarells, l'app che porta alla versione 2.0 l'istituzionale anziano sorveglia-cantieri, croce e delizia di ogni lavoro in corso

Tra le app che hanno suscitato maggiore curiosità in questo inizio anno, un posto d’onore è riservato a Umarells, lo strumento tecnologico che si propone di diventare il punto di riferimento per tutti gli appassionati di cantieristica da transenna.
Già perché, sebbene il nome possa non risultare immediatamente evocativo per chi vive nell’Italia centro meridionale, l’applicazione è dedicata agli “umarell”, ossia i celebri anziani sorveglia-cantieri.

Amati in ogni bar che si rispetti, ed odiati da ogni direttore dei lavori dalla forte autostima, gli umarell hanno da sempre presidiato i cantieri fissi, temporanei e mobili ad ogni latitudine. Cappello e giacca – o preferibilmente cappotto – a fare da divisa d’ordinanza, busto proteso in avanti, mani incrociate dietro la schiena ed inscalfibile smorfia di disapprovazione intarsiata sul volto: l’umarell è sempre comparso così, poco oltre le transenne, a mezzo metro dagli scavi, in prossimità del ponteggio.

Per anni, per identificare il cantiere da presidiare, l’umarell ha sempre dovuto e potuto fare affidamento solo sul suo fiuto o sulla sua attitudine a presidiare il quartiere come un aereo da ricognizione.
Da oggi, però, ha un alleato in più: la tecnologia.
A Bologna è nata infatti Umarells, l’app grazie alla quale è possibile segnalare la presenza di lavori edili, cantieri, scavi e così via.
Basta attivare i servizi di geolocalizzazione ed il gioco è fatto: sulla cartina comparirà immediatamente un nuovo inequivocabile cavalletto a strisce gialle e nere.

Non è stato trascurato neanche il lato social: una volta segnalato il nuovo cantiere, sarà infatti possibile condividere commenti, proposte e, ovviamente, messaggi di disapprovazione. Non è ancora stata messa a punto un’apposita emoticon che faccia capire con un semplice sguardo che ‘non è così che si fa’, ma non è detto che gli sviluppatori non si muovano in tal senso.

Attualmente l’applicazione è disponibile solo in versione iOS e, in attesa di vederla presto anche sui dispositivi Android e Windows, non rimane che scaricarla da qui.

Certo, ci si può chiedere se la divisa d’ordinanza dell’umarell possa mai contemplare la presenza di uno smartphone, ma forse è bene che i settantenni d’oggi sfruttino tutte le possibilità che hanno per godersi i lavori dall’esterno: quelli di domani, si sa, i cantieri continueranno a vederli dall’interno ancora per molto tempo.

Immagini: Depositphotos

Umarells: l’App che segnala i cantieri aperti agli anziani
Umarells: l’App che segnala i cantieri aperti agli anziani