Spotify, centinaia di profili hackerati. Ecco cos’è accaduto

Non si tratta del primo caso di violazione degli account Spotify

Su Pastebin, un sito in cui è possibile caricare file di testo online, è apparsa una lista contenente le mail e le password di centinaia di utenti di Spotify. Oltre ai dati personali, nell’elenco sono presenti anche le tipologie di abbonamento, le date dei rinnovi e il luogo in cui sono state sottoscritte.

Contattate da Pastebin, negli ultimi giorni almeno una dozzina di vittime si sono accorte che qualcosa non andava: canzoni e playlist che non avevano mai salvato, o ascoltato. Molti di loro, una volta resosi conto di quanto stava accadendo, hanno cambiato password o effettuato l’accesso da un dispositivo diverso.

Non è peraltro la prima volta che gli utenti Spotify denunciano casi di questo genere. In passato ci sono stati diversi accessi al sistema, subito individuati dai tecnici che hanno avvertito gli utenti in tempo. E come scrive TechCrunch, solo con uno dei nomi utenti pubblicati è stato possibile accedere all’account con la mail e la password pubblicata in rete.

Per per l’azienda svedese, tuttavia, «il sistema non sarebbe stato hackerato, e i dati degli utenti sono al sicuro».

Leggi anche:
Truffe, hacker e prelievi sul conto online: come difendersi
Telefonia: attenzione alla truffa sul rinnovo Telecom
Enel, attenzione alla truffa della bolletta: c’è il virus
Phishing e furti di identità: come difendersi

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Spotify, centinaia di profili hackerati. Ecco cos’è accaduto