Raffaele Sollecito presenta la sua start up sulla commemorazione dei morti

Ha vinto un bando della Regione Puglia riservato agli under 35

Raffaele Sollecito, già imputato nel processo per l’omicidio di Meredith Kercher e assolto in via definitiva nel marzo del 2015 (vicenda su cui ha appena pubblicato un libro), vive a Bisceglie e dice di godersi “la normalità”. Tuttavia l’aver scelto il palcoscenico di Sanremo per presentare la sua start up ‘BeOnMemories.com‘ non ha mancato di sollevare qualche perplessità, quanto meno sul piano del buongusto.

La società a responsabilità limitata nasce infatti “per la commemorazione dei defunti”, dando agli utenti la possibilità di acquistare i fiori online, di mettere in rete i ricordi del defunto o di trovare la posizione della tomba dell’estinto tramite apposita mappa collegata al satellite.

La conferma della bontà dell’idea è arrivata dalla Regione Puglia, che a Sollecito ha dato un budget di 66mila euro, quelli destinati al progetto vincente in un bando destinato alle persone sotto i 35 anni e disoccupate, per nuove iniziative d’impresa. Una somma che sarà versata in tre anni, “la metà a fondo perduto”.

Al di là dei morti e della vicenda processuale, ciò lascia perplessi è la scelta di Sanremo per presentare una società che nulla ha a che fare col Festival. Lo sfruttamento del ritorno mediatico è ovvioa uscirne male è, come detto, il buongusto. Quel che è certo è che, per qualche ora, la città dei fiori sarà la città dei crisantemi.

Leggi anche:
Start up innovative avanti tutta: in arrivo una valanga di potenziali new entry
San Marino apre agli italiani: cinque anni senza tasse per chi avvia una start up
Start up digitali, la scommessa del crowdfunding online. Intervista a Michele Ficara

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Raffaele Sollecito presenta la sua start up sulla commemorazione dei m...