Le migliori app Fintech per il risparmio

Il fintech offre diverse soluzioni user-friendly per una gestione ottimale dei propri risparmi. Vediamo quali

Fabrizio Villani Cofounder Fintastico.com Fabrizio Villani è cofounder di Fintastico, il primo portale italiano dedicato interamente ai servizi finanziari innovativi.

Gli italiani si dimostrano un popolo di ferrei risparmiatori e il Covid non ha fatto altro che confermare un trend che dura da tempo. Secondo i dati Banca d’Italia e ABI (Associazione Bancaria Italiana), nel 2020, anno dello scoppio della pandemia, le famiglie italiane hanno messo da parte 126 miliardi di euro (di questi, 85 miliardi sono finiti sui conti correnti bancari), contro i 47,7 miliardi risparmiati nel 2019.

Il 2021 ha rafforzato la tendenza dell’anno precedente: a giugno di quest’anno, infatti, la cifra accumulata sui conti correnti si è attestata a 1.131 miliardi di euro, una crescita di 64 miliardi rispetto al giugno dello scorso anno. A questi bisogna aggiungere i 392 miliardi versati sui conti correnti dalle imprese, 60 miliardi in più rispetto allo stesso periodo nel 2020. Stiamo parlando di una vera e propria bolla del cash pari a 1.500 miliardi di euro, una massa improduttiva ed erosa dall’inflazione.

In questo quadro di marcata propensione al risparmio, unita a una scarsa cultura finanziaria che limita l’apertura degli italiani alle varie opportunità di investimento offerte dal mercato, la galassia di soluzioni fintech disponibili per i consumatori, dalle app di finanza personale a quelle per i pagamenti fiscali, rappresenta un’ottima occasione per ottimizzare la gestione del risparmio.

A tal proposito, secondo un’indagine dell’Osservatorio Fintech & Insurtech della School of Management del Politecnico di Milano, ben 12,7 milioni di italiani nel 2019 utilizzavano già almeno un servizio fintech o insurtech, con un focus su mobile payment e chatbot. Inoltre, il 20% degli utenti si collegava alla propria banca di fiducia direttamente da smartphone o tablet. Infine, l’Osservatorio riporta oltre 20.000 utenti registrati a una piattaforma di Roboadvisory, la consulenza finanziaria digitalizzata, nonché 250.000 utenti di salvadanai digitali, ovvero app dedicate alla finanza personale.

Cashback fintech: risparmiare con Satispay e Finom

Per cashback si intende la restituzione di una somma monetaria a fronte di un acquisto, espressa in percentuale del prezzo pagato. Potremmo definirlo come una sorta di sconto applicato non al momento dell’acquisto, come prevede la normale scontistica, ma dopo l’acquisto: pago il 100% dell’importo e poi ricevo indietro uno specifico ammontare, equivalente al cashback. Pertanto, il cashback si rivela un’ottima strategia di marketing utile a stimolare gli acquisti.

La realtà fintech in Italia che ha maggiormente contribuito a rendere il cashback una pratica popolare è certamente Satispay. La celebre app di pagamenti, infatti, permette di ottenere un rimborso immediato di una percentuale della spesa effettuata, registrando un riaccredito direttamente sull’applicazione dell’utente una volta completato il pagamento.
Esempio: un ristorante offre un Cashback del 10% con massimale pari a 5€. L’utente, una volta pagato il conto di 50€ tramite app Satispay, riceverà immediatamente 5€ di Cashback, disponibile da subito per nuove transazioni o scambi di denaro.

satispay

Per i professionisti, invece, è disponibile Finom. Finom è la fintech di business finance management che offre un sistema di gestione digitalizzata delle fatture a PMI e liberi professionisti. Finom, infatti, remunera i nuovi clienti che hanno effettuato il preordine del conto di pagamento con un cashback del 2-3% sulla base del piano tariffario scelto.
Finom si rivela un partner ideale per piccoli imprenditori e negozi al dettaglio, i quali possono così contare su un prodotto che garantisce una gestione semplificata della fatturazione elettronica. Finom garantisce pagamenti del 20% più veloci nonché una riconciliazione automatica delle fatture (ovvero la gestione automatizzata delle discrepanze tra fatture e i rispettivi ordini di acquisto, al fine di consentirne il pagamento).

finom

Una banca mobile per risparmiare: N26

Nominata da Forbes come migliore banca in Italia nel 2021, N26 è il gigante fintech con sede in Germania a Berlino che ha rivoluzionato il settore banking attraverso soluzioni digitalizzate e innovative. N26 offre ai clienti due interessanti funzionalità per una gestione ottimale dei propri risparmi: Spaces e Spiccioli.

Con Spaces, l’utente può creare fino a 10 spazi separati dal conto principale e di personalizzarli in base agli obiettivi di risparmio del cliente, monitorando i progressi ottenuti e mettendo da parte i soldi in automatico, il tutto tramite app.

spaces

In particolare, la funzione Spaces di N26 permette di:

  • Trasferire in tempo reale denaro dal conto corrente principale agli spazi di risparmio creati e viceversa, attraverso un semplice clicca e trascina;
  • Pagare dal conto principale per evitare di spendere i risparmi, depositati in spazi non collegati alla carta;
  • Dare un nome agli spazi per tenere sotto controllo i diversi obiettivi di risparmio e avere una panoramica completa dei soldi messi da parte;
  • Impostare i propri obiettivi di risparmio, vederne i progressi nonché quanto si è vicini a raggiungerli.

Spiccioli, invece, offre all’utente la possibilità di arrotondare i pagamenti con carta alla cifra intera successiva, versando automaticamente la differenza in uno spazio a sua scelta.

spiccioli

Sia Spaces che Spiccioli sono funzionalità riservate al conto premium N26 Smart, pensato appositamente per coloro che ricercano una soluzione facile e intuitiva per la gestione dei propri risparmi.

Risparmiare sulle tasse: EasyTax Assistant

EasyTax Assistant è un’app di “tax management” che permette una gestione a tutto tondo delle tasse da pagare, spiegando all’utente perché le paga e aiutandolo a gestirle meglio in un’ottica di risparmio.
Il funzionamento è semplice: l’utente inquadra lo scontrino o la fattura attraverso la fotocamera dello smartphone e l’app raccoglie automaticamente i dati dal documento fiscale, li elabora e li organizza. Una volta ottimizzati i dati, l’utente potrà facilmente utilizzare l’app per visualizzare e monitorare le soglie di spesa, gestire le ricevute, avere un calendario aggiornato delle scadenze, nonché inviare il proprio fascicolo fiscale al commercialista di fiducia.

easytax-assistant

La proposizione di valore di EasyTax Assistant, dunque, risiede proprio nella gestione semplificata della fiscalità, un assistente digitale a portata di mano adatto sia al pensionato che al libero professionista.
Inoltre, EasyTax Assistant offre anche una soluzione Business-to-business, un prodotto alimentato da intelligenza artificiale che permette ai commercialisti di ottimizzare la gestione dati e documenti di persone fisiche, partite Iva e Small Business.

Le applicazioni qui analizzate sono soltanto alcuni esempi del vasto mondo di soluzioni fintech a disposizione del consumatore, il quale può contare su una gamma sempre più ampia di prodotti semplici, intuitivi ed efficaci, ottimali per una gestione a 360 gradi delle proprie finanze personali. Dal banking alla fiscalità, il fintech rivoluziona (anche) il risparmio.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le migliori app Fintech per il risparmio