La macchina tascabile (e costosissima) in grado di copiare ogni firma

La “The Signing Machine” è un automa ispirato alle invenzioni di Jacquet Droz

Quando si volge lo sguardo alle epoche passate, non si sa che spesso erano animate da geni che avevano anticipato i tempi… e i computer.

Alla fine del ‘700, a La Chaux-de-Fonds, viveva un uomo chiamato Pierre Jacquet Droz. Aveva la passione per la robotica e le invenzioni, tanto da creare tre degli automi più famosi e precisi al mondo, considerati – ancora oggi – gli antenati dei computer. Un genio non intrappolato dal tempo e dallo spazio, che con le conoscenze dell’epoca aveva tirato fuori dalla sua mente degli oggetti straordinari. Le corti e i reami di tutto il mondo erano affascinate dalle sue creazioni che – soprattutto per quel periodo – costituivano qualcosa di unico e affascinante. Jacquet Droz è scomparso ormai da secoli, ma la sua tradizione delle “Meraviglie Meccaniche” è portata avanti ancora oggi. E, per il 280esimo anniversario della “Maison Jacquet Droz”, è stata presentata una creazione straordinaria: stiamo parlando di “The Signing Machine”, un oggetto in grado di replicare alla perfezione la firma del proprietario.

Per realizzare “The Signing Machine” ci sono voluti quattro anni di lavoro. Già nel 2014 era stata presentata una prima versione dello strumento che, oggi, è stata ultimata. La “The Signing Machine” è un automa come le creazioni più famose di Jacquet Droz: la musicista, il disegnatore e lo scrittore. Sono quest’ultimi a essere considerati gli antenati dei computer, e ancora oggi sono perfettamente funzionanti ed esposti al Musée d’Art et d’Histoire di Neuchâtel, in Svizzera.

“The Signing Machine” è un oggetto da collezione molto raro e costoso, ispirato agli automi dello scrittore e del disegnatore (il funzionamento alla base è lo stesso). È composto da 585 componenti rifiniti interamente a mano. E, anche per impostare la programmazione della firma, bisogna intervenire manualmente. Ogni automa può riprodurre un unico autografo e si attiva tramite l’inserimento di un codice a quattro cifre, impostato dal proprietario. La “The Signing Machine” non è – chiaramente – un oggetto alla portata di tutti, ma un articolo pensato per collezionisti e appassionati della collezione Jacquet Droz. Visto il tempo che ci è voluto per la realizzazione, le rifiniture a mano, e la firma assolutamente personalizzata, il costo non è molto abbordabile: uno solo di questi automi costa 365mila dollari.

La macchina tascabile (e costosissima) in grado di copiare ogni firma

La macchina tascabile (e costosissima) in grado di copiare ogni f...