L’ultima truffa: falsa mail della Procura minaccia l’arresto per riciclaggio

Ennesimo caso di 'phishing' che minaccia i nostri dati personali

I casi di ‘phishing‘ – tecniche grazie alle quali vengono installati dei malware nel computer infettato in grado di rubare i dati personali – sono in continua e preoccupante crescita; l’ultima truffa di questo tipo è una falsa email proveniente dalla Procura della Repubblica, che preannuncia problemi fiscali e di riciclaggio arrivando anche a minacciare di arresto.

Il testo della lettera può trarre in inganno, all’interno è riportato il simbolo della Repubblica italiana. Segue questo testo: “La presente per comunicarle che il suo patrimonio immobiliare, così come il suo conto corrente bancario, verranno posti in arresto con l’accusa di mancato pagamento delle imposte e concorso in riciclaggio di denaro, ad effetto della causa numero…”.

Il mittente poi avverte: “In caso di sentenza di condanna, le verrà confiscata ogni proprietà e rischia una condanna fino a 15 anni di reclusione”. Qui di seguito l’esempio pubblicato dal sito Blitzquotidiano.

arresto

Si tratta come detto dell’ennesimo tentativo di scoprire i dati personali dell’utente, installando un virus sul computer tramite il link in allegato.

Il tentativo in truffa è molto grave dato che fa leva sulla importanza che l’utente potrebbe dare alla presunta email istituzionale. Se si riceve un messaggio simile – segnala l’associazione Aduc – oltre a segnalarlo alla Polizia Postale, è fondamentale non inserire dati personali e/o relativi ai propri mezzi di pagamento, non rispondere alla mail e non aprire in nessun caso l’allegato, vero e proprio ‘detonatore’ del virus. Comunicazioni di questo tipo, ricorda Aduc, non avvengono mai via semplice e mail.

Leggi anche:
Il virus di Facebook: come riconoscerlo e come difendersi
Virus Cryptlocker: terrore del web
Attenzione a ‘Slave’, nuova minaccia per i conti correnti
Phishing e furti di identità: come difendersi
Il furto d’identità colpisce un italiano su quattro. Come difendersi
Tassa con truffa: occhio alla falsa mail di Equitalia
Agenzia delle Entrate: occhio ai falsi rimborsi

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’ultima truffa: falsa mail della Procura minaccia l’arres...