Appello del Governo: quali tecnologie servono contro il Coronavirus

L'Esecutivo ha indetto diverse "Call for action" per trovare la collaborazione di aziende ed enti di ricerca

Il Governo cerca il sostegno e la collaborazione della comunità scientifica italiana per trovare soluzioni hi-tech che aiutino, da un lato, a contenere la diffusione del Coronavirus e, dall’altro, consentano di sviluppare nuove tecnologie di telemedicina e teleassistenza affinché medici e sanitari possano prestare cure ai malati senza mettere a rischio la propria vita.

Nasce così il progetto “Innova per l’Italia“, iniziativa promossa dal Ministero per l’Innovazione, Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Ministero della Salute e Agenzia per l’Italia Digitale a supporto della struttura del Commissario Straordinario per l’emergenza Coronavirus Domenico Arcuri. Fanno parte del progetto, almeno nella fase iniziale, un totale di cinque “Call for action”: due “Fast call”, conclusesi nel giro di qualche decina di ore, e tre call “a lungo termine”.

Innova per l’Italia: le tecnologie utili

Tutte le progettualità messe in piedi da “Innova per l’Italia” vedono il coinvolgimento di enti pubblici e governativi e aziende e imprese privati. Nello specifico, le “Fast Call” e le “Call for Actions” sono rivolte a:

  • Aziende che già producono beni o tecnologie che potrebbero essere d’aiuto all’unità di crisi;
  • Aziende che vorrebbero riconvertire o re-indirizzare le proprie attività;
  • Aziende, centri di ricerca, università o altri soggetti che hanno già a disposizione piattaforme ricercate dall’unità di crisi;
  • Enti della Pubblica Amministrazione oppure organizzazioni che possiedono già le tecnologie richieste nel bando.

Call for Actions: cosa cerca il Governo

Le tre “Call for Actions”, che hanno una scadenza a breve termine, sono state indette dal Governo per:

  • Ricerca e reperimento di dispositivi di protezione individuale e respiratori;
  • Produzione di tamponi ed elementi accessori e altri dispositivi per la diagnosi veloce del COVID-19;
  • Tecnologie e strumenti per il contenimento, monitoraggio e contrasto alla diffusione del virus.

Fast Call: cosa cerca il Governo

Le fast call, concluse alle 13:00 del 26 marzo, hanno permesso al Governo di ricevere proposte di università, enti e aziende necessarie per:

  • App e soluzioni tecnologiche la teleassistenza di pazienti a domicilio, sia per chi ha contratto il COVID-19, sia per chi è affetto da altre patologie;
  • App e soluzioni tecnologiche per il tracciamento degli spostamenti dei cittadini, così da individuare il network di contatti di pazienti contagiati da COVID-19.

Come partecipare alle Call For Actions del Governo contro il Coronavirus

Per aderire alle Call for Actions di “Innova per l’Italia” sarà sufficiente accedere al portale web del progetto, individuare la call per la quale si ritiene di avere competenze adeguate e cliccare sul pulsante Adesione. Si aprirà un form da riempire con informazioni riguardanti la propria attività e le tecnologie che potrebbero tornare utili all’unità di crisi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Appello del Governo: quali tecnologie servono contro il Coronavirus