Falla nel sistema di supporto clienti di Amazon. I nostri dati sono in pericolo?

Un utente denuncia una pericolosissima falla nel servizio di assistenza del più grande negozio online

Gli acquisti effettuati su Amazon sono ormai un frequente appuntamento per molti: sono sicuri, il servizio offerto è customer-friendly e la rapidità di consegna è impressionante. Verdetto positivo quindi per precisione, puntualità e professionalità. Ma l’esperienza di un cliente americano pone qualche dubbio sulla sicurezza del sistema di supporto clienti.

Questo shopping addicted americano, praticamente Amazon-dipendente con una media di 600 dollari spesi ogni mese online, ha denunciato una pericolisissima falla nel sistema di supporto cliente: nella sua mail ha trovato un report con conversazioni mai avute con l’assistenza, realizzate da un hacker che grazie a un indirizzo fake è riuscito entrare in possesso dei suoi dati sensibili. Dopo aver contattato l’assistenza di Amazon per avere spiegazioni in merito, si è sentito rispondere: “Le faremo sapere”.
La stessa cosa si è ripetuta per altre due volte: lo stesso pirata informatico ha cercato di ottenere gli ultimi numeri della sua carta di credito, non più via mail ma direttamente al telefono. A quel punto, il cliente truffato e deluso, ha chiuso l’account Amazon: era loro responsabilità tutelare l’account e i dati sensibili, ma così non è stato fatto.

Ha denunciato l’episodio online e ha ricevuto diverse segnalazioni di casi simili, giungendo alla conclusione che sicuramente si deve fare attenzione nell’utilizzo di informazioni varie e carte di credito, ma certamente nell’era in cui viviamo l’informatizzazione riguarda anche questo, così come è assolutamente all’ordine del giorno fare acquisti online. Dal momento in cui un sito assicura che i dati sono al sicuro così dovrebbe essere, e la responsabilità di questa sicurezza non appartiene all’utente finale. Vedere la facilità con cui squadre di hacker (o a volte semplici sabotatori dispettosi) abbiano seminato il panico non è certo rassicurante per nessuno.

 

Leggi anche:
Amazon consegna coi droni 30′ dopo l’acquisto. Se nessuno li abbatte
Bufera su Amazon Uk: vende armi proibite e letali
Acquisti online, soddisfatti o rimborsati. Col diritto di recesso più vantaggi che rischi
Acquisti online, con chi reclamare se il venditore è all’estero

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Falla nel sistema di supporto clienti di Amazon. I nostri dati sono in...