Ecco l’App anti-spreco: 2,5 tonnellate di cibo al mese risparmiate

In continua crescita gli utenti, già oltre i 50mila

E’ nata al Politecnico di Torino, ma promette di espandersi ben al di là della ex capitale d’Italia per sbarcare oltreconfine, a partire da Spagna e Portogallo. Si chiama ‘Last Minute Sotto Casa’, ed è una App pensata contro lo spreco alimentare.

NUMERI – In un anno e mezzo l’applicazione ha reso possibile ‘salvare’ 2,5 tonnellate di cibo ogni mese, 1 tonnellata nella sola Torino, città dove è nata come start up nell’incubatore del Politecnico. Quasi 50 mila, a livello nazionale, gli utenti registrati sulla app che vede affiliati, a Torino, 300 esercizi commerciali che ogni giorno offrono a prezzi scontati i prodotti in eccedenza che, rimanendo invenduti, andrebbero sprecati.

PROSPETTIVE – Ora l’obiettivo è quello di espandersi anche all’estero grazie a un accordo con Day Gruppo Up e al sostegno del network LifeGate. Spagna e Portogallo dovrebbero essere i primi due mercati in cui operare. “Abbiamo creduto e continuiamo a credere in questa esperienza – sottolinea l’assessore comunale all’Ambiente Enzo Lavolta – che evita gli sprechi e aiuta il commercio di prossimità”. Per il sindaco Piero Fassino “un chiaro esempio di cosa intendiamo per smart city”.

Leggi anche:
Wefood: la Danimarca lancia il primo supermercato per cibi scaduti
Ecco 5 App che permettono di ‘controllare’ amici, familiari e dipendenti

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ecco l’App anti-spreco: 2,5 tonnellate di cibo al mese risparmia...