e-Estonia: il governo che guida il paese come una startup

L’Estonia, un Paese all’avanguardia del moderno e-government, offre ai propri cittadini servizi online efficienti da oltre 10 anni

Vivere nella società digitale? Accade già in e-Estonia. La piccola Repubblica estone, poco più di un milione e trecentomila abitanti, è la prima Digital Nation al mondo: il 100% delle scuole ha una connessione a banda larga, più di 3/4 della popolazione ha un computer a casa, reti 3G e 4G sono disponibili ovunque. Tallinn è una delle 10 città al mondo con il Wi-Fi gratuito più esteso.

Un forte endorsement politico e una classe dirigente giovanissima (il primo ministro ha 36 anni) hanno permesso di rivoluzionare in breve tempo l’assetto del paese, che oggi è diventato un punto di riferimento per le nazioni che tentano di intraprendere un percorso simile.

UN MODELLO A CUI ISPIRARSI – La rivoluzione digitale è partita circa 12 anni fa e in poco tempo il governo estone ha raggiunto livelli di trasparenza e accessibilità senza precedenti. Attraverso un accesso ai dati in tempo reale l’azione del governo è stata resa ben più efficace e puntuale: emergenze e situazioni di difficoltà vengono gestite e risolte rapidamente. La firma digitale, il voto e la dichiarazione dei redditi on-line hanno semplificato molto la vita delle persone che oggi sono ben alfabetizzate e usufruiscono più facilmente dei servizi pubblici. L’e-Cabinet ha contribuito notevolemente ad accrescere l’ascolto dell’opinione pubblica in merito ai processi decisionali.

IL PROGRAMMA E-RESIDENCY – Nel 2014 il governo di Tallinn ha ufficializzato il progetto di cittadinanza virtuale lanciando il portale e-estonia.com attraverso il quale chiunque dall’estero potrà chiedere, ed ottenere, la residenza virtuale e digitale in Estonia, la cosiddetta e-residency.
Il programma offre a chiunque, dovunque nel mondo, un’identità digitale emessa dal governo dell’Estonia nonché la possibilità di creare e gestire un business online secondo le normative estoni. Gli stranieri che diventano e-residents dell’Estonia non hanno automaticamente il diritto di residenza fisica nel piccolo stato baltico, ma possono basare qui la loro esistenza finanziaria.
“Offrendo agli e-residents gli stessi servizi, l’Estonia è un pioniere dell’idea di un Paese senza confini” dichiara il sito relativo all’e-Residency.
In particolare gli e-residents possono firmare, verificare e criptare documenti e contratti in maniera digitale, creare un’azienda estone online in 24 ore con un indirizzo fisico in Estonia garantito da un servizio esterno, e amministrare l’azienda da qualunque luogo del mondo.
Un aspetto interessante dell’e-Residency per gli imprenditori è che, in Estonia, i ricavi delle aziende non sono tassati. Perciò la fiscalità è molto semplificata e tutti i guadagni possono essere reinvestiti. Tuttavia, dal momento che l’e-Residency non implica la residenza fiscale, gli e-residents sono tenuti a pagare le tasse nello Stato in cui vivono sui guadagni che ricavano dall’azienda.

ADDIO BUROCRAZIA E CARTA – L’Estonia si è trasformata in un ambiente prospero anche per le imprese. Online, bastano pochi click, è possibile registrare la nascita di una nuova attività senza affogare in lunghi processi burocratici. Proprio per questo motivo Tallinn è stata riconosciuta come la sesta città europea più startup-friendly (dopo Londra, Parigi, Berlino, Dublino ed Helsinki). Nonostante la carenza di abbondanti finanziamenti governativi e la sua relativa lontananza, l’Estonia è riuscita a creare alcune startup che oggi sono storie di successo a livello mondiale e costruire un ecosistema attraente per investitori esteri.

Leggi anche:
SPID, l’identità digitale al via: un PIN unico per tutti i servizi della PA
Guida alla nuova carta d’identità digitale
Firma digitale gratuita: dove è possibile fare richiesta
Nuova anagrafe digitale, nazionale e con indirizzo di posta certificata

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

e-Estonia: il governo che guida il paese come una startup