Stevanato Group, l’azienda italiana che produrrà milioni di flaconi per il vaccino anti Covid

Leader mondiale per quel che riguarda la produzione di flaconi in vetro, l'impresa di Padova si è distinta per aver assunto personale durante il lockdown, elargendo anche premi in denaro

Mentre i laboratori di ricerca delle aziende farmaceutiche di tutto il mondo lavorano per trovare il vaccino anti Covid, alcune realtà si tengono pronte per la fase successiva: quella della distribuzione su scala globale. I vari governi stanno già ordinano centinaia di milioni di contenitori e fanno leva sui produttori affinché intensifichino la produzione: le stime dicono infatti che nei prossimi due anni la domanda mondiale dei flaconi in vetro raddoppierà, passando da uno a due miliardi.

Stevanato Group, azienda leader nel mondo

Tra le aziende che si occupano della produzione di questi prodotti in vetro ce n’è anche una italiana, la Stevanato Group, che ha sede a Piombino Dese, provincia di Padova. Si tratta di un’azienda a conduzione familiare, fondata nel 1949 da Giovanni Stevanato. Ne hanno già parlato Forbes e il Washington Post perché è il più grande produttore privato al mondo di packaging primario in vetro per l’industria farmaceutica.

Ad aprile Stevanato Group ha firmato un accordo con Cepi (Coalition for Epidemic Preparedness Innovations), fondazione che riceve donazioni da organizzazioni pubbliche, private, filantropiche per finanziare progetti di ricerca indipendenti per lo sviluppo di vaccini contro le malattie infettive emergenti. L’azienda italiana ha garantito a Cepi 100 milioni di flaconi, in grado di riempire 2 miliardi di dosi di vaccino.

Stevanato Group, assunzioni e premi durante il lockdown

Stevanato ha 14 stabilimenti in 9 Paesi e sta aprendo un centro di tecnologia a Boston per collaborare allo sviluppo dei nuovi medicinali del futuro. Secondo la classifica dei miliardari di Forbes, Sergio Stevanato è al 1503° posto, con un patrimonio stimato di 1,8 miliardi di dollari. Nel 2019 il gruppo ha registrato 570 milioni di vendite nette e ha oltre 4 mila dipendenti in tutto il mondo.

Per rispondere alla domanda sempre più crescente di flaconi, l’azienda ha consentito a 580 persone, quelle non direttamente coinvolte nella catena di produzione, di lavorare in smart working per evitare assembramenti e turnazioni che potessero rallentare la produzione.

Inoltre, Stevanato Group ha anticipato assunzioni e investimenti che erano previsti nei programmi di sviluppo 2020-2021 e successivi. Durante il lockdown, poi, l’azienda ha riconosciuto ai dipendenti un premio di 600 euro e ne ha devoluti 500 mila agli ospedali vicini alle sedi venete del gruppo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Stevanato Group, l’azienda italiana che produrrà milioni di flaconi...