Coronavirus, quanti sono i contagiati individuati da Immuni

L'app è stata scaricata da poche persone dotate di smartphone: il flop spiegato dai numeri

La app Immuni avrebbe dovuto aiutare le autorità sanitarie a tracciare i contagi e a mappare la diffusione del virus. La realtà, però, è che gli italiani ad averla scaricata sono troppo pochi perché possa essere veramente utile. Secondo una ricerca dell’Università di Pavia, infatti, solo il 12% della popolazione italiana tra i 14 e i 75 anni, in possesso di smartphone, avrebbe installato Immuni sul proprio dispositivo. Numeri bassi, in relazione alle attese.

Immuni, 46 persone allertate dall’app

Per quanto riguarda il contributo dell’applicazione alla lotta al coronavirus, secondo il ministero della Salute i soggetti positivi in possesso dell’applicazione che hanno acconsentito a inviare il messaggio di notifica sono 46. Dal 13 luglio ad oggi i soggetti allertati grazie a Immuni risultano essere stati 23, che hanno avuto la possibilità di conoscere i rischi di contagio cui sono state esposte. “Questo dimostra l’utilità della app”, ha detto la ministra dell’Innovazione, Paola Pisano, durante il question time al Senato.

In pochi, però, hanno effettivamente installato Immuni sullo smartphone: secondo l’Università di Pavia 4 milioni e 300 mila utenti, circa il 12% della popolazione italiana tra 14 e 75 anni in possesso di smartphone. “Non ho mai detto che l’app sia l’unica soluzione – ha aggiunto la ministra -, ma più sarà conosciuta e utilizzata più potrà contribuire alle azioni di contrasto del coronavirus”. I numeri comunque sono bassi rispetto alle attese: si stimava che la percentuale della popolazione che avrebbe dovuta scaricarla affinché desse risposte efficaci fosse il 60%.

Immuni, contagiati trovati grazie all’app

Secondo quanto riferito dalla ministra Pisano a Rai Radio1, grazie a Immuni sono stati individuati fino a oggi 43 contagiati. Un tracciamento che ha permesso di avvisare altre persone, evitando così la nascita di altri focolai. “Anche se salviamo una sola persona, per noi questa app non sarà un flop”, ha concluso.

Come vanno le app negli altri Paesi

L’Italia non è l’unico paese in Europa con un’app stile Immuni. La Francia, per adesso, ha numeri peggio, mentre la Corona-Warn-App tedesca è stata scaricata da 14 milioni (80 in totale). Chi ha stupito tutti è l’Irlanda: la sua Covid Tracker Ireland è stata scarica 1,3 milioni di volte nella prima settimana, superando le aspettative iniziali. La popolazione irlandese è infatti è di circa 5 milioni.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coronavirus, quanti sono i contagiati individuati da Immuni