Cosa sono i Bitcoin e quanto valgono

Scopri quali sono le peculiarità dei Bitcoin, le loro funzioni e qual è il loro valore effettivo

I Bitcoin rappresentano una delle più famose monete virtuali, dette anche criptovalute, al mondo e deve la sua notorietà al fatto di non essere regolamentata o controllata da nessun governo, stato o ente economico nazionale o internazionale. I Bitcoin non vengono stampati, bensì creati e commercializzati sul web in maniera completamente virtuale. Scopriamo in questo articolo le principali caratteristiche dei Bitcoin, capostipiti di tutte le criptovalute del mondo, e a quanto ammonta attualmente il loro valore.

Bitcoin: wallet, blockchain e tecnologia peer to peer

Il primo Bitcoin è stato creato nel 2008 da Satoshi Nakamoto, nome assolutamente di fantasia la cui identità si perde nei meandri della rete, come la moneta virtuale che ha creato basandosi sulla tecnologia blockchain. Questo crypto token utilizza avanzati sistemi di crittografia per generare, scambiare, tutelare e tenere traccia di tutte le transazioni generate da ogni specifica unità di questa criptovaluta.

Le monete virtuali sono conservate all’interno di un portafoglio crypto (in inglese wallet), a sua volta virtuale, dotato di due differenti chiavi: una pubblica per essere condivisa e permettere così la sua circolazione nei mercati dove è possibile spenderla, una privata per permettere al proprietario di accedervi e gestire le transazioni in maniera sicura. Per utilizzare i Bitcoin è necessario l’utilizzo di un wallet, disponibile in tre differenti tipologie:

  • Desktop. È il portafoglio di criptovalute più utilizzato, in quanto assicura totale autonomia nella gestione e nella messa in sicurezza del proprio capitale in Bitcoin;
  • Mobile. Sono portafogli crypto simili ai wallet desktop, ma si scaricano direttamente sul proprio smartphone tramite app;
  • Web. In rete ci sono molti siti che permettono la creazione di portafogli virtuali, la cui sicurezza è affidata alla piattaforma stessa impostando una semplice password. Attenzione però a scegliere un servizio affidabile.

Oltre alla blockchain, i Bitcoin si basano sulla tecnologia peer to peer (P2P), la stessa utilizzata per scaricare film e musica, un sistema che suddivide le informazioni in più unità di file distribuiti su vari computer connessi tra loro.

Bitcoin: il loro valore attuale e come funzionano

Questa tecnologia sta alla base del complesso sistema che permette ai Bitcoin di funzionare ed essere utilizzati, tuttavia non garantisce alla criptovaluta la possibilità di mantenere il suo valore nel tempo ed evitare le oscillazioni. Il prezzo di Bitcoin, infatti, è legato appena al meccanismo della domanda e dell’offerta, inoltre operando in un settore non regolamentato è esposto anche a fenomeni come la speculazione finanziaria.

Un primo rally del prezzo è avvenuto nel 2017, quando la criptovaluta raggiunse improvvisamente un valore di oltre 16 mila euro. L’ultima scalata è avvenuta con la pandemia di Covid-19, con il valore di Bitcoin passato da meno di 6 mila euro di marzo 2020 ad oltre 58 mila euro di inizio novembre 2021. Oggi il valore di 1 Bitcoin oscilla oggi intorno ai 43.000 euro, con una capitalizzazione di mercato complessiva che si aggira oltre 930 miliardi.

Come si è arrivati a tutto questo? Partiamo dalle basi. Ipotizziamo che una persona voglia inviare soldi a un’altra realizzando un trasferimento di Bitcoin, ovvero effettuando un pagamento tramite BTC. Per farlo deve inviare una richiesta all’interno della rete blockchain di Bitcoin, specificando i dati necessari per effettuare la transazione (conto di partenza e di arrivo, quantità di denaro da inviare).

Questi dati passano attraverso una serie di nodi dislocati sulla rete, gestiti nel caso delle criptovalute dai miners, persone abilitate a trascrivere la transazione e a loro volta passare i dati al nodo successivo. A ogni passaggio il nodo trascrive i dati sul proprio registro virtuale. Se la catena alla fine risulta corretta, ed è stata verificata la provenienza originaria del denaro, la transazione può definitivamente avvenire. La sua validità è dunque determinata da quelle precedenti.

Bitcoin: rischi e prospettive

I Bitcoin, e il mondo delle criptovalute in generale, rappresentano sicuramente una rivoluzione globale dal punto di vista finanziario, ampliando l’orizzonte delle possibilità nel campo degli investimenti, del trading e degli acquisti online. Inoltre, non sottoposti ad alcun regolamento o controllo statale o internazionale, i Bitcoin sono pressoché senza controllo da parte delle autorità, infatti vengono utilizzati anche sul mercato nero per scopi illegali.

I due soggetti della transazione non hanno nomi e sono anonimi, in quanto solo una serie di numeri e codici definiscono le persone che realizzano operazioni in Bitcoin, tuttavia, nonostante ciò, la loro popolarità non smette di crescere esponenzialmente. Diventa dunque fondamentale una corretta informazione da fonti accreditate, per sapere bene di cosa si tratta, come funzionano e quali sono le possibili insidie nascoste dietro i Bitcoin.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa sono i Bitcoin e quanto valgono