Banche italiane sempre più sicure dagli attacchi hacker

Ad affermarlo una ricerca del Consorzio Abi Lab: nel 2015 un caso di frode stimato ogni 166.000 operazioni eseguite online

Le banche italiane sono sempre più efficaci contro le frodi informatiche. Nel 2015, oltre il 94% del volume economico associato ai tentativi di frode è stato bloccato con successo. E’ stato stimato un caso di frode ogni 166.000 operazioni eseguite via Internet dalla clientela Retail.

Grazie alle azioni di contrasto e prevenzione da parte del settore bancario e a un’attenta attività di sensibilizzazione della clientela, è cresciuta la fiducia da parte dei clienti nell’utilizzo dei servizi online: gli accessi all‘home banking sono infatti aumentati del 37% rispetto allo scorso anno, arrivando nel 2015 a 1 miliardo e 800 milioni.
Questi i principali risultati della ricerca del Consorzio Abi Lab su come contrastare le frodi su internet e mobile banking.

Secondo il Rapporto sulla sicurezza online, solo lo 0,14% dei clienti Retail attivi su Internet Banking in linea con il 2014, ha subito un furto di credenziali, e a subire un danno economico è stato solo lo 0,0031% dei clienti, uno ogni 32.200.

Nel 2015 le transazioni anomale su tutta la clientela sono diminuite del 22,7% rispetto al 2014. Riguardo alle tipologie di attacchi, nel caso della clientela al dettaglio il 45,2% dei furti di identità è avvenuto attraverso tecniche di phishing, mentre nel caso delle imprese principalmente attraverso malware. Limitate anche le frodi che vedono il coinvolgimento del dispositivo mobile quando usato per ricevere gli Sms che autorizzano le operazioni di Internet Banking, pari allo 0,74% del totale delle operazioni fraudolente. Interessante notare che, nell’ambito delle attività di analisi della rete per l’identificazione dei siti web clone, oltre 2mila siti fraudolenti sono stati rilevati e bloccati.

Dall’indagine del Consorzio Abi Lab emerge che l‘attenzione ai temi di sicurezza informatica si conferma una priorità: il 30% delle banche intervistate dichiara, infatti, un aumento in media tra il 5 e il 15% degli investimenti nelle misure di sicurezza digitale, e alcune puntano a veicolare risorse maggiori, anche superiori al 15%.

Leggi anche:
Libretto bancario sparito, cosa fare? Chiedi a Genio
Bankitalia: nuove norme per bonifici e pagamenti online più sicuri
Carte di credito clonate: la banca non può opporsi al rimborso
Attenzione a “Slave”, nuova minaccia per i conti correnti 
Carta di credito contactless: come funziona? E’ davvero sicura?
Truffe, hacker e prelievi sul conto online: come difendersi
Gli hacker che svaligiano le banche senza toccare i soldi dei clienti
Pagamenti contactless con Carta o smartphone. Sicurezza a rischio
Il Grande Fratello bancario è qui: spiati e schedati prima di un finanziamento

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Banche italiane sempre più sicure dagli attacchi hacker