Arriva “Milf”. Niente luci rosse, ma un business per mamme

Una iniziativa che punta a finanziare i progetti di donne madri

Quando si parla di ‘Milf‘ ci si riferisce solitamente alle donne oltre i trent’anni con un’accezione di carattere erotico. Ora però, grazie all’iniziativa dell’americana Alison Bernstein, assume un carattere prettamente economico. Nell’idea della Bernstein, infatti, l’acronimo Milf significa “Mother i’d like to finance’, ed è pensata per tutte quelle donne-madri che hanno difficoltà nel farsi finanziare progetti e idee.

Un’idea che parte dall’America e che potrebbe avere successo anche in Europa ed in Italia, dove il welfare arretra costantemente anche e soprattutto per le donne che affrontano la gravidanza.

L’azienda mira a sostenere le madri che hanno esperienze ed idee, ma ancora non hanno risorse, capitali, reti e tecnologia all’avanguardia per sfruttarle appieno. E ‘specializzata nel fornire supporto in tutte le fasi del processo di business tra cui capitale iniziale, marketing, consulenza tecnologica, esecuzione idea.

“Spesso le donne con figli hanno grandi idee, ma mancano del capitale, del network e della formazione per trasformarli in business”, spiega Alison a FinsMes. Partendo da questa considerazione ha deciso di lanciare la sua idea: “Voglio offrire della chance alle madri che hanno fiducia in se stesse a realizzare i loro sogni professionali, e Milf Capital nasce con questo obiettivo”.

Leggi anche:
L’Istat dipinge un quadro disastroso del lavoro. Welfare fra i peggiori in UE
Pensione, part-time agevolato in uscita. Donne discriminate
Donne: ecco perché si licenziano. E I bambini non c’entrano
10 professioni dove le donne sono pagate di più degli uomini

Arriva “Milf”. Niente luci rosse, ma un business per mamme
Arriva “Milf”. Niente luci rosse, ma un business per ...