Airbnb vale 3,4 miliardi, ogni host guadagna in media 2300 euro all’anno

L'impatto economico di Airbnb sul turismo italiano: 83mila proprietari ospitano 3,6 milioni di turisti l’anno

Airbnb fa i conti con il mercato italiano, il terzo al mondo, presentando il primo studio fatto in collaborazione con Sociometrica, sul fenomeno dell’affitto e della condivisione di spazi extra all’interno di abitazioni private ad uso turistico.

Lo studio è inequivocabile: Airbnb avrebbe avuto nel 2015 un impatto sul nostro sistema economico pari a circa lo 0,22 percento del Pil, ossia una cifra di 3,4 miliardi di euro, supportando circa 98mila posti di lavoro. Ogni host avrebbe avuto un ricavo medio annuale di 2.300 euro.

I NUMERI – Quelli di Airbnb è un fenomeno che nel 2015 ha portato 3,4 miliardi (0,22% del pil) all’economia italiana, supportando l’equivalente di 98.400 posti di lavoro. Un modo di viaggiare che è stato scelto da 3,6 milioni di ospiti in Italia e 1,34 milioni di residenti italiani all’estero. Un modo di dare ospitalità scelto da 82.900 italiani (quasi 20mila solo su Roma e Milano) che hanno guadagnato in media 2.300 euro a testa all’anno condividendo il proprio alloggio per circa 24 notti.

LE RICADUTE ECONOMICHE – Con quasi 100mila posti di lavoro supportati, Airbnb alimentera quel circolo di servizi che rischierebbe altrimenti d’impoverirsi in termini di risorse umane. Se i proprietari hanno incassato complessivamente 394 milioni di euro, gli ospiti hanno speso durante i loro soggiorni (si tratta di una stima) circa due miliardi di euro abbondanti. Il viaggiatore medio di Airbnb spende il 38% del budget nel quartiere di soggiorno. In generale ristoranti, alimentari, shopping, intrattenimento e trasporti sono i settori che beneficiano di più.

TASSA DI SOGGIORNO – “Airbnb è opportunità di crescita del turismo ma rimane il problema dell’evasione fiscale“, commenta Roberto Tascini, presidente dell’Adoc. Sulla tassa di soggiorno interviene il Codacons. “Si tratta di un balzello odioso, che gli utenti pagano mal volentieri e che è vissuto come un’ingiusta imposizione” spiega il presidente Carlo Rienzi.

Leggi anche:
Caccia ai furbetti di Airbnb: solo 1 su 4 denuncia di affittare
Contratto, diritti, documenti: tutto ciò che serve sapere prima di affittare una casa
Modalità di affittare casa tramite il sito Airbnb
Cinque errori da non fare mai quando si affitta casa
Affittare casa conviene: si risparmiano fino a 200 euro di Imu e Tasi
Abitare, gli italiani scelgono l’affitto permanente. Le città più care

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Airbnb vale 3,4 miliardi, ogni host guadagna in media 2300 euro all&#8...