Zona arancione, tutte le regole per gli spostamenti in auto e in bicicletta

Nelle zone arancioni ci si può spostare esclusivamente all’interno del proprio Comune, dalle 5 alle 22, salvo eccezioni. Ecco le regole per usare l'automobile e la bici

Nelle zone arancioni (Basilicata, Calabria, Campania, Lombardia, Piemonte, Provincia Autonoma di Bolzano, Toscana e Valle d’Aosta) ci si può spostare esclusivamente all’interno del proprio Comune, dalle 5 alle 22, senza necessità di motivare lo spostamento.

Dalle 22 alle 5 invece vige il coprifuoco, cioè sono vietati tutti gli spostamenti, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute che vanno certificati con autodichiarazione (potete scaricare il modulo qui).

Sono in molti a chiedersi quando è possibile usare l’auto per gli spostamenti, e con quali regole. Partiamo dal presupposto che si può utilizzare l’automobile per qualunque spostamento all’interno del proprio Comune, sempre nell’orario consentito, e cioè dalle 5 alle 22, esattamente come qualunque altro mezzo di trasporto pubblico o privato.

La si può usare anche, come qualunque altro mezzo di trasporto, per spostamenti verso altri Comuni e verso altre Regioni, che restano di norma vietati, ma sono consentiti in caso di comprovate esigenze lavorative, motivi di salute o situazioni di necessità, tra cui rientrano fare la spesa, recarsi in ufficio postale o andare ad acquistare un bene che nel proprio Comune non si trova o si trova a condizioni meno vantaggiose.

È consigliato lavorare a distanza, in smart working, ove possibile, o prendere ferie o congedi (per le regole specifiche per gli spostamenti al lavoro vi rimandiamo qui), ma resta sempre valida la possibilità di usare l’auto per andare al lavoro.

Le regole quando si va in macchina con altri

Si può usare l’auto con persone non conviventi, purché siano rispettate le stesse misure di precauzione previste per il trasporto non di linea: e cioè con la presenza del solo guidatore nella parte anteriore della vettura e di due passeggeri al massimo per ciascuna ulteriore fila di sedili posteriori, con obbligo per tutti i passeggeri di indossare la mascherina.

L’obbligo di indossare la mascherina può essere derogato nella sola ipotesi in cui l’auto risulti dotata di un separatore fisico (plexiglas) fra la fila anteriore e posteriore della macchina, essendo in tale caso ammessa la presenza del solo guidatore nella fila anteriore e di un solo passeggero per la fila posteriore.

Le regole quando si va in bici

Stesso discorso per la bicicletta, che si può usare per tutti gli spostamenti consentiti, mantenendo la distanza di almeno un metro dalle altre persone.

La bici è anche consentito usarla dalle 5 alle 22 per svolgere attività motoria all’aperto, sempre nel rispetto del distanziamento di almeno un metro, e per svolgere attività sportiva, nel qual caso il distanziamento deve essere di 2 metri.

Per gli spostamenti per portare i bambini dai nonni, per andare da parenti e amici non autosufficienti, per portare o riprendere i figli minorenni che vivono altrove, verso le seconde case, per passeggiate, attività motoria e parco giochi vigono regole precise: sono ammessi solo in alcuni casi, per cui vi rimandiamo al nostro approfondimento qui.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Zona arancione, tutte le regole per gli spostamenti in auto e in bicic...