Voli annullati, le compagnie che procederanno con i rimborsi: come richiederli

Rimborsi voli cancellati. dopo l'indagine avviata dall'Antitrust qualcosa si muove

Tra ritardi, spostamenti e voli annullati gli spostamenti post-lockdown hanno messo a dura prova la pazienza di diversi viaggiatori. Per molti di questi, inoltre, al danno del viaggio cancellato si è aggiunta la beffa del rimborso negato. Dopo l’indagine avviata dall’Antitrust, e a seguito delle denunce presentate dai clienti, tuttavia, una risposta è finalmente arrivata.

Alitalia riconoscerà i rimborsi per i voli annullati a partire dal 3 giugno

A seguito dell’intervento dell’Antitrust, Alitalia si è impegnata a rimborsare tutti i voli cancellati a partire dal 3 giugno. Non più solo voucher quindi, ma la garanzia del ritorno economico di quanto speso da parte del viaggiatore che, non avendo usufruito del servizio per cui ha pagato, riceverà indietro i soldi.

Alitalia ha fatto sapere che cercherà di rendere più celeri i vari canali di comunicazione: niente più infinite attese per parlare con un operatore di call center e risposte immediate anche qualora si scelga di rivolgersi ad agenzie di viaggio per ricevere assistenza. Attivi, ovviamente, saranno anche i servizi di assistenza online.

Volotea come Alitalia

Lo stesso impegno nei confronti dei consumatori (e dell’Antitrust) lo ha preso la compagnia spagnola low cost Volotea. Tutti quelli che hanno acquistato un biglietto e poi hanno dovuto rinunciare al proprio viaggio, per via del volo cancellato, otterranno il rimborso di quanto speso.

A differenza di Alitalia, tuttavia, Voletea non ha ancora reso note le procedure per avviare e portare a termine la richiesta di rimborso.

Come richiedere il rimborso dei voli cancellati ad Alitalia

Per avviare la procedura di rimborso, Alitalia invierà ai propri clienti una mail (all’indirizzo indicato al momento della prenotazione). In questa verrà riportato un link, cliccando allo stesso l’utente sarà rimandato alla sezione del sito della compagnia dove sarà possibile inoltrare la richiesta di rimborso. Il viaggiatore, in questo caso, potrà scegliere il rimborso del volo o un voucher spendibile nei 18 mesi a seguire.

Chi non riceve la mail potrà comunque collegarsi direttamente al sito e, cliccando sulla pagina “Informazioni importanti per i passeggeri”, verrà automaticamente indirizzato alla procedura che permetterà di richiedere il rimborso (o il voucher).

E i voli cancellati prima del 3 giugno?

Alitalia ha fatto sapere a Il Sole 24Ore che rimborserà – come già detto – tutti i voli cancellati a partire dal 3 giugno, data in cui è intervenuto l’Enac, dietro pressione dell’Ue, che ha contestato i voucher come unica modalità di rimborso.

La compagnia, quindi, si impegnerà a far riavere dietro i soldi a tutti quelli che dal 3 giugno in poi hanno dovuto rinunciare al proprio volo. Per il periodo antecedente – è stato spiegato – i voli cancellati a causa delle restrizioni di viaggio per il Coronavirus sono coperti dal decreto Cura Italia.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Voli annullati, le compagnie che procederanno con i rimborsi: come ric...