Dal trolley alla mascherina, le regole per chi viaggia in aereo

Dal 15 al 31 luglio spostarsi comporterà qualche accortezza in più, ma resta il divieto principale: non si sale a bordo con la febbre

Si potrà viaggiare in aereo portandosi il trolley in cabina. Il governo ha preso una decisione, confermata dalla sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa, ed è questa la novità principale che riguarda i passeggeri. Inizialmente il divieto era stato imposto il 26 giugno dall’Enac per evitare assembramenti e contatti tra le persone al momento di sistemare i bagagli nelle cappelliere (con tanto di lamentele delle compagnie aeree). Si è poi deciso di farlo cadere perché, comunque, la vicinanza tra i passeggeri nel momento in cui si sistemano i bagagli è notevolmente inferiore ai 15 minuti, tempo sotto il quale non avviene il contagio. Per quanto riguarda invece la vicinanza tra le persone durante il volo, nessun problema: l’aria viene infatti sanificata permanentemente in cabina appena si accendono i motori.

Trolley in aereo, ma non solo: le misure fino al 31 luglio

Dal 15 luglio al 31 luglio sono state prorogate le misure di contenimento. Sarà quindi obbligatorio l’uso della mascherina, così come il divieto di assembramenti o il distanziamento di un metro. Anche negli aeroporti e nelle stazioni. Per quanto riguarda il trolley da portare in aereo, la disposizione è che siano comunque limitati al massimo gli spostamenti e i movimenti nell’ambito dello stesso velivolo. Le compagnie aeree potranno poi decidere di adottare delle misure per evitare il contatto prolungato tra i passeggeri, magari con la chiamata individuale al momento dell’imbarco e della discesa. Non sarà poi consentito riporre indumenti nelle cappelliere, a meno che non si inseriscano in contenitori monouso forniti direttamente dalla compagnia aerea.

Le regole da osservare a bordo dei treni

Ci sono regole da osservare anche sui treni a lunga percorrenza, presi d’assalto prima del lockdown. Non si assisterà più a quelle scene, fatte di scompartimenti stracolmi senza il rispetto della distanza di sicurezza. A bordo, infatti, ci si dovrà sedere a un metro l’uno dall’altro. Nei casi in cui l’aria a bordo venga rinnovata sia mediante l’impianto di climatizzazione sia mediante l’apertura delle porte esterne alle fermate, le porte dovranno restare aperte durante le soste programmate nelle stazioni.

Toccherà invece alle compagnie misurare la temperatura in stazione prima dell’accesso al treno, vietando la salita a bordo in caso di temperatura superiore a 37,5 gradi. I gestori dovranno anche fornire le mascherine chirurgiche per consentire di coprire naso e bocca, prevedendone la sostituzione per periodi superiori alle quattro ore.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dal trolley alla mascherina, le regole per chi viaggia in aereo