Variante Omicron, record di contagi in una regione: è il “focolaio d’Italia”

La Lombardia registra il record di contagi dall'inizio della pandemia e un'ampia diffusione della variante Omicron

Lunghe code in farmacia per fare i tamponi e quasi 13mila contagi nelle ultime 24 ore: per la stampa estera la Lombardia è di nuovo il “focolaio d’Italia” a causa anche della larga diffusione, superiore rispetto alla percentuale nazionale, della variante Omicron responsabile del 40% degli infetti lombardi. Nonostante nell’ultimo bollettino con 12.913 casi abbia fatto segnare il record di casi mai raggiunti nell’arco delle 24 ore, la regione dovrebbe però rimanere in zona bianca anche la prossima settimana.

Variante Omicron, record di contagi in una regione: l’analisi dell’assessorato al Welfare

I dati sono il risultato dell’analisi compiuta dall’assessorato al Welfare della Lombardia: secondo lo studio sui 205.847 tamponi effettuati la quota di positivi riconducibili al nuovo ceppo proveniente dal Sudafrica sarebbe del 40%, molto maggiore rispetto alla media nazionale del 28% rilevata dalla flash survey dell’Iss (qui per sapere quanto è diffusa la variante Omicron in Italia).

I responsabili della Sanità lombarda hanno però precisato che dei 337 test sequenziati tra i casi di variante Omicron, soltanto in 6 sarebbero i ricoverati in ospedale, “un esiguo 2 per cento” come scrive l’assessorato e nell’8% dei casi si tratta di una reinfezione (qui si è parlato della possibile minore aggressività di Omicron sui polmoni).

Dei tamponi presi in considerazione solo il 45% risulta sintomatico e a essere più colpita è la fascia di età 20-39 anni, col 49% del totale.

Variante Omicron, record di contagi in una regione: i numeri

La situazione epidemiologica in Lombardia rimane di grave emergenza, con il sistema dei tracciamento dei casi in tilt a Milano, che conta da sola circa 5mila nuovi positivi, 30mila contagiati in quarantena, e davanti alle farmacie registra il caos per la corsa ai tamponi in vista delle festività natalizie, per le lunghe code formate nelle ultime ore.

Con un’incidenza di 513 contagi ogni 100 mila abitanti, la Lombardia è di molto sopra la soglia d’allarme di 50, e registra un tasso di positività arrivato al 6,2 per cento (qui abbiamo parlato di cosa rischiamo con Omicron).

Ma grazie a una percentuale di posti letto occupati nei reparti Covid ordinari pari al 13,8% (e in terapia intensiva del 10,6%), quindi sotto al tetto del 15%, la regione prossima settimana non passerà alla zona gialla.

“I dati del monitoraggio settimanale confermano, anche per la prossima settimana, la zona bianca per la Lombardia”, ha annunciato il presidente lombardo Attilio Fontana.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Variante Omicron, record di contagi in una regione: è il “focol...