Covid, effetto variante Delta: in quale regione sono raddoppiate le prenotazioni

Lo scenario europeo e italiano in continuo peggioramento spinge i cittadini a fissare un appuntamento agli hub

La variante Delta preoccupa l’Europa. Ieri 20 luglio il Regno Unito ha comunicato 96 morti di coronavirus, il numero più alto dallo scorso 24 marzo, a fronte di 46mila contagi. Il giorno prima – lunedì 19 luglio – si è celebrato, proprio in Inghilterra, il Freedom Day, un ritorno pressoché totale alla normalità tramite l’abbandono di quasi tutte le misure anti-contagio, compreso l’obbligo di mascherina nei trasporti e nei negozi.

Ma ad allarmare è stato anche il dato della Francia, dove nello stesso giorno si sono contati 18mila contagi rispetto ai 7mila di una settimana fa: si è trattato di un aumento del 150% dei casi, a fronte del quale un portavoce del governo Macron ha parlato di “quarta ondata”.

Per Palazzo Chigi, dove sono in corso riunioni a ritmo serrato che sfoceranno in nuove restrizioni a stretto giro, l’Italia è a 10 giorni dallo scenario francese, a 30 da quello inglese.

Variante Delta, cosa sta succedendo

Alla base dell’impennata nel numero di contagi, c’è la mutazione del virus individuata per la prima volta in India. La variante Delta è per il 60% più contagiosa della variante Alfa, isolata per la prima volta in Inghilterra, che a sua volta era per il 50% più contagiosa del ceppo originario di Wuhan. Circola soprattutto tra giovani e tra chi si è vaccinato, ma con una sola dose. Tuttavia c’è il problema dei no vax e delle fasce di popolazione che, non si sa ancora per quale motivo, sono reticenti alla puntura (qui i numeri di chi non si vaccina).

In quale regione italiana sono raddoppiate le prenotazioni

In una regione italiana, la variante Delta ha avuto lo stesso effetto delle limitazioni, impostate sul green pass, disposte in Francia da Macron, per l’accesso ai luoghi pubblici: e cioè un’impennata nelle prenotazioni. Se Oltralpe l’esigenza era di ottenere, tramite la vaccinazione, agibilità alla vita “normale”, qui da noi la spinta arriva dalla curva dei contagi: che preoccupa, e spinge a vaccinarsi.

La regione in questione è la Lombardia. Negli ultimi sette giorni le prenotazioni hanno mantenuto una media di quasi 15mila al giorno, con una punta massima di 16.665 nel giorno16 luglio. I dati, che arrivano dall’assessorato al Welfare, segnalano che il ritmo nelle prenotazioni è raddoppiato rispetto al mese di giugno, quando gli appuntamenti venivano richiesti a un ritmo di 7mila circa su base giornaliera.

La Lombardia è prima in Italia per casi di variante Delta, ma non è l’unica a fare i contri con la contagiosa mutazione. Qui i focolai di variante Delta regione per regione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid, effetto variante Delta: in quale regione sono raddoppiate le pr...