Vaccino obbligatorio, cosa rischiano i poliziotti no vax: ecco la maxi multa

Dal 15 dicembre alcune categorie dovranno obbligatoriamente risultare vaccinate per non incorrere in sanzioni: cosa rischiano i poliziotti no vax

Il 15 dicembre 2021 scatta l’obbligo di vaccinazione per alcune categorie di lavoratori: non solo per il personale sanitario o per quello scolastico, ma anche per militari e forze di polizia. La ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha spiegato quali saranno le conseguenze per gli agenti no vax, che sceglieranno dunque di non vaccinarsi. Prevista una maxi multa, ma non solo: ecco tutti i provvedimenti.

Poliziotti no vax: prevista la sospensione. Ma rischiano il licenziamento?

Secondo quanto riferito dalla titolare del Viminale, Luciana Lamorgese, l’inadempienza rispetto all’obbligo vaccinale porterà all’immediata sospensione del servizio, senza ricadute disciplinari e con la conservazione del rapporto di lavoro, ma anche senza stipendio.

Lamorgese ha aggiunto che ci sarà un continuo monitoraggio sugli operatori che hanno adempiuto all’obbligo: prima dell’introduzione dell’obbligo, infatti, tale monitoraggio non era consentito per la privacy. Dal 15 dicembre, però, è reso possibile per la necessaria verifica posta in carico dei datori di lavoro. Ci si attende, anche in conseguenza di tutto questo, un’ulteriore spinta ad aderire alla campagna da parte degli operatori

Gli agenti dovranno presentare la documentazione che attesti l’avvenuta vaccinazione. In caso di omissione, l’amministrazione competente dovrà invitare il lavoratore interessato a produrla entro 5 giorni. Ecco chi non può più lavorare dal 15 dicembre senza vaccino.

Obbligo vaccinale, maxi multa per i poliziotti no vax

Nella circolare diffusa tra le forze di polizia c’è scritto che, oltre alla sospensione, chiunque verrà sorpreso in servizio senza un vaccino valido (qui i possibili effetti collaterali) sarà punito con la sanzione del pagamento di una multa. La sanzione può variare da 600 euro a 1.500 euro. Sarà multato anche chi ometterà il controllo, con sanzioni da 400 euro a 1.000 euro.

I sindacati di polizia hanno stimato che dei 90 mila appartenenti al corpo, meno del 10% non fosse vaccinato. La percentuale però si sarebbe ridotta notevolmente di fronte al rischio di sospensione a stipendio zero e dall’aumento considerevole del numero degli agenti che si è ammalato ed è guarito (quindi, per 6 mesi dalla guarigione potrà non vaccinarsi).

La stima di Unarma, il sindacato dei carabinieri, invece ipotizza tra le 45 mila e le 50 mila persone appartenenti al comparto difesa e sicurezza, comprese le polizie locali, attualmente senza vaccino (qui i dati reali su quanto dura la protezione del vaccino e quando e quanto scende). Ma la stima è considerata poco probabile perché fa riferimento alla situazione iniziale prima dell’introduzione dell’obbligo vaccinale.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vaccino obbligatorio, cosa rischiano i poliziotti no vax: ecco la maxi...