Vaccino Moderna, svolta sul Covid: per Burioni “risultati entusiasmanti”

L’FDA americano ha espresso parere favorevole anche al vaccino prodotto dall'azienda farmaceutica Moderna, che avrebbe ottenuto risultati straordinari

Via libera anche al vaccino Moderna. Ieri il comitato interno dell’FDA americano ha espresso parere favorevole anche al vaccino prodotto dall’azienda farmaceutica Moderna, che avrebbe ottenuto risultati davvero straordinari.

La priorità in questa fase della pandemia non è capire se un vaccino è in grado di bloccare le infezioni asintomatiche, ma se è sicuro e i vaccinati sono protetti dalla malattia, in particolare nella sua forma più grave.

Perché quello di Moderna è un grande risultato

Ora, grandi speranze arrivano anche da Moderna. Concettualmente simile al vaccino Pfizer/BioNTech, già approvato e in uso in diversi Paesi, anche i dati di efficacia e sicurezza di Moderna non sono molto diversi. Moderna ha spiegato che il suo vaccino è efficace addirittura al 100% nei casi di Covid grave.

Un aspetto molto importante, secondo Roberto Burioni, perché “avere due studi separati con due vaccini separati che forniscono – su due popolazioni indipendenti – risultati estremamente simili ci fa sperare che i risultati siano, come sembra, estremamente affidabili”.

Il Coronavirus non è finito, ma potrebbe essere nei guai, dice il famoso virologo, definendo i risultati di Moderna addirittura “entusiasmanti”, perché potrebbero davvero spianare la strada all’ipotesi immunità di gregge e fine della pandemia.

Cosa dicono i risultati del vaccino Moderna

Nei dati rilasciati da FDA, inoltre, c’è anche un particolare davvero determinante. Un dato preliminare, ma estremamente incoraggiante. Anche in questo caso il vaccino è stato somministrato a due gruppi di 14mila persone ciascuno: uno vaccinato per davvero, uno vaccinato per finta con due dosi.

Prima della seconda dose, a tutti i partecipanti di entrambi i gruppi che stavano bene è stato eseguito un tampone molecolare per il Coronavirus. Tra i 14mila vaccinati sono risultati positivi in 14, tra i 14mila vaccinati per finta, cioè con una formula placebo, sono risultati positivi in 38.

La fine del virus è vicina?

“Sono numeri piccoli” spiega Burioni, “ma pare che già la prima dose riesca a diminuire l’infezione asintomatica”, il che fa sperare che dopo la seconda dose questa immunità sia ancora più efficace nell’impedire la trasmissione del virus.

Se i dati saranno confermati, e se l’efficacia e la sicurezza dei due vaccini fosse ripetuta “sul campo” (“Ma è davvero difficile che non accada, gli studi sono stati amplissimi e ben condotti”), con la vaccinazione si potrebbe davvero immaginare di impedire la circolazione del Coronavirus esattamente come fatto per il virus della poliomielite qualche decennio fa.

“Ovviamente – conclude Burioni, con una frecciatina sacrosanta al Governo e al ‘super’ commissario per l’emergenza Coronavirus Domenico Arcuri – se i vaccini ci sono, devono esserci anche le vaccinazioni. Subito, perché un ritardo in questo caso non sarebbe tollerabile”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vaccino Moderna, svolta sul Covid: per Burioni “risultati entusi...