Vaccino Moderna approvato anche in Europa: come funziona e quali sono i rischi

L'Agenzia del farmaco europea ha approvato l'utilizzo del vaccino Moderna contro il coronavirus anche in Europa

L’Agenzia europea del farmaco ha approvato l’utilizzo per il vaccino Moderna nell’Unione Europea. L’Ema ha raccomandato l’utilizzo del vaccino contro il coronavirus prodotto negli Stati Uniti per le persone maggiori di 18 anni. Si tratta di una autorizzazione alla immissione in commercio condizionata, come quella emanata per il vaccino prodotto da Pfizer e BioNTech, per il quale l’Europa ha dato il via libera il 21 dicembre 2020. Significa che il vaccino viene approvato sulla base di meno dati clinici rispetto al normale, ma che quelli a disposizione indicano che i benefici del farmaco superano i suoi rischi, ed è considerato sicuro per l’inoculazione. Si tratta di un meccanismo previsto dai protocolli europei che viene utilizzato in casi di emergenza e necessità.

“Il vaccino Moderna è sicuro ed efficace. Come prossimo passo garantiremo l’autorizzazione alla commercializzazione nell’Unione europea”, ha fatto sapere la Commissione europea.

“L’Agenzia europea del farmaco ha appena approvato il vaccino Covid Moderna. La sfida è ancora dura, ma quello di oggi è un altro importante passo avanti contro il coronavirus”, ha scritto il ministro della Salute Roberto Speranza sui social.

Vaccino Moderna, come funziona e come agisce l’mRna nel nostro corpo

Il vaccino creato dall’azienda americana Moderna prepara il corpo a difendersi contro il Covid-19 attraverso l’innovativa tecnica che utilizza l’mRna, la stessa del vaccino prodotto da Pfizer e BioNTech. L’Rna messaggero è una molecola che dà istruzioni all’organismo per produrre temporaneamente la proteina Spike, che serve al Sars-Cov-2 per aggrapparsi alle cellule umane e compone la corona da cui il virus prende il nome.

Il sistema immunitario di una persona vaccinata riconosce la proteina come un corpo estraneo. Attiva così i linfociti T, cellule vergini che riconoscono la minaccia e producono anticorpi specifici per attaccarla. Se chi si è sottoposto alla profilassi entra in contatto con il coronavirus, il sistema immunitario riconosce la “corona” e la annienta, rendendo inerme il Sars-Cov-2. L’Rna messaggero del vaccino non rimane nell’organismo, ma viene abbattuto in breve tempo.

Vaccino Moderna, via libera dell’Ema: quanto è efficace per l’agenzia

Gli studi analizzati dall’Agenzia europea del farmaco dimostrano che il vaccino Moderna è efficace per la prevenzione del Covid nelle persone dai 18 anni. La sperimentazione ha coinvolto circa 30 mila persone, con una riduzione del 94,1% del numero di casi sintomatici tra chi ha ricevuto il vaccino, 11 malati con sintomi su 14.134 vaccinati, rispetto a chi ha ricevuto iniezioni di placebo, 185 malati su 14.073 partecipanti allo studio a cui è stato iniettato un farmaco fittizio.

Vaccino Moderna: come viene fatto e quali sono gli effetti collaterali

Il vaccino Moderna viene inoculato con due iniezioni intramuscolari nel braccio, precisamente nel muscolo deltoide. Le due dosi devono essere fatte a distanza di 28 giorni. Una sola fiala contiene 10 dosi da 0,5 ml.

Gli effetti collaterali noti del vaccino anti Covid di Moderna sono lievi o moderati, e spariscono entro alcuni giorni dall’inoculazione. Quelli più comuni sono dolore e gonfiore sul braccio, stanchezza, brividi, febbre, gonfiore e indolenzimento dei linfonodi sotto il bracio, mal di testa, dolori muscolari e articolari, nausea e vomito.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vaccino Moderna approvato anche in Europa: come funziona e quali sono ...