Vaccino Covid, nuove indicazioni per le donne in gravidanza

Nuove linee guida dei CDC americani: il vaccino Covid non è solo fortemente consigliato alle donne in gravidanza, ma anche a chi sta provando ad avere un bambino

I Centers for Disease Control and Prevention (CDC) americani – Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie e la salute pubblica negli Stati Uniti – hanno diramato mercoledì 11 agosto una nuova nota stampa contenente linee guida e consigli per la somministrazione del vaccino COVID-19 in gravidanza. Alla luce del numero sempre più crescente di donne che in America stanno rimandando la vaccinazione (perché incinta o in allattamento oppure perché stanno provando ad avere un bambino), l’agenzia ha diramato un comunicato stampa dove ha esortato mamme e future mamme a immunizzarsi.

Vaccino Covid alle donne incinta: rischiano di più se non lo fanno

“La vaccinazione COVID-19 è raccomandata per tutte le persone di età pari o superiore a 12 anni, comprese le persone in gravidanza, che allattano, che cercano di rimanere incinta ora o che potrebbero rimanere incinte in futuro”, si legge sul sito governativo CDC. Alla base di questa presa di posizione, i dati che confermano che le persone incinte – e recentemente incinte – hanno maggiori probabilità di ammalarsi gravemente di Coronavirus, rispetto alle persone non gravide. Pertanto, non sottrarsi al vaccino protegge queste pazienti da gravi infezioni e malattie, che potrebbero portare al ricovero in ospedale o – peggio ancora – in terapia intensiva.

Inoltre, le persone in gravidanza esposte all’infezione sono a maggior rischio di parto pretermine.

Infatti, la vaccinazione COVID-19 è raccomandata per tutte le persone di età pari o superiore a 12 anni, comprese le persone in gravidanza, che allattano, che cercano di rimanere incinta o che potrebbero rimanere incinte in futuro.

Le prove sulla sicurezza e l’efficacia della vaccinazione COVID-19 durante la gravidanza sono in aumento, è stato specificato dai ricercatori, poiché – come confermano i dati – i benefici legati al vaccino superano qualsiasi rischio noto o potenziale della vaccinazione durante la gravidanza.

Al momento, al contrario di come molti siti di fake news stanno sostenendo, non ci sono prove che eventuali vaccini, inclusi i vaccini COVID-19, causino problemi di fertilità nelle donne o negli uomini.

Vaccino Covid sicuro per le donne in gravidanza: cosa dicono i dati

Per tranquillizzare chi ha ancora dei dubbi in merito ai vaccini da somministrare alle donne in gravidanza, gli esperti CDC hanno sottolineato che le prove sulla sicurezza e l’efficacia della vaccinazione anti COVID-19, sebbene limitate, sono in aumento.

Non sono stati riscontrati problemi di sicurezza nelle persone (in gravidanza o in allattamento) che hanno ricevuto il vaccino mRNA Moderna o Pfizer-BioNTech prima o durante la gravidanza (né su loro né sui bambini o i loro feti).

Inoltre, gli scienziati non hanno riscontrato un aumento del rischio di aborto spontaneo tra le persone che hanno ricevuto un vaccino mRNA durante la gravidanza, al contrario: i dati del monitoraggio confermano che la vaccinazione delle persone in attesa potrebbe essere in grado di creare anticorpi tali da proteggere anche il bambino, questo perché gli anticorpi prodotti da una persona incinta che ha ricevuto un vaccino mRNA COVID-19 sono stati trovati nel sangue del cordone ombelicale. Ciò significa che la vaccinazione durante la gravidanza potrebbe aiutare a proteggere anche i bambini dal contrarre il Coronavirus. Gli studi sono comunque attualmente in corso.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vaccino Covid, nuove indicazioni per le donne in gravidanza