Vaccino AstraZeneca, cosa sappiamo del lotto ABV2856 bloccato in Italia

A seguito della segnalazione di alcuni “eventi avversi gravi” in concomitanza temporale, l'Aifa ha deciso in via precauzionale di vietarne la somministrazione in tutta Italia.

A seguito della segnalazione di alcuni “eventi avversi gravi” in concomitanza temporale con la somministrazione di dosi appartenenti a un lotto del vaccino AstraZeneca, l’Aifa ha deciso in via precauzionale di vietarne la somministrazione in tutta Italia.

L’Agenzia Italiana del Farmaco sta effettuando tutte le verifiche del caso, acquisendo documentazioni cliniche in stretta collaborazione con i Nas e le autorità competenti (qui trovate tutti gli effetti collaterali molto comuni, comuni e rari indicati nel foglietto illustrativo di AstraZeneca).

La notizia pesa come una macigno. Anche se al momento non è stato stabilito alcun nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino e le morti, la paura tra chi lo ha appena effettuato è elevata. E le disdette questa mattina in moltissime Asl italiane sono piovute a raffica.

Tutto sui lotti sospesi in Italia e in Europa

Come prima cosa va chiarito che la sospensione, ribadiamo in via precauzionale, nel nostro Paese riguarda esclusivamente il lotto del vaccino AstraZeneca con codice ABV2856. I campioni in Italia verranno ora analizzati dall’Istituto Superiore di Sanità. La fornitura invece sotto esame e sospesa in alcuni Paesi Ue, diversa da quella italiana e con codice ABV5300, che potrebbe essere collegata – c’è da capire come – alle morti e alle reazioni avverse sospette, è stata distribuita in 17 Stati, ma non in Italia.

Danimarca, Norvegia e Islanda hanno sospeso in via precauzionale l’utilizzo del vaccino AstraZeneca in attesa di avere informazioni più chiare sul rischio di effetti collaterali potenzialmente seri. Primo a prendere la decisione è stato il ministro della Salute danese, dopo diversi casi di formazione di coaguli di sangue e problemi di circolazione in persone vaccinate.

Nel Regno Unito, dove la campagna vaccinale procede a ritmo serrato con oltre 23 milioni di iniezioni già somministrate, non è stato sospeso nonostante, secondo i dati ufficiali, siano morte 275 persone alcuni giorni dopo che aver ricevuto le dosi AstraZeneca.

L’Ema ha subito precisato che si può continuare a utilizzare il vaccino AstraZeneca perché “i benefici continuano a superare i suoi rischi”. Il numero di eventi tromboembolici nelle persone vaccinate non è superiore al numero osservato nella popolazione generale. Nell’Unione Europea sono stati rilevati 30 casi su quasi 5 milioni di individui vaccinati con AstraZeneca fino a oggi, un dato non difforme a quello di altri periodi e in assenza del vaccino.

Nel frattempo, il premier Mario Draghi ha avuto un colloquio telefonico con la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, da cui è emerso “non c’è alcuna evidenza di un nesso tra i casi di trombosi registrati in Europa e la somministrazione del vaccino”.

Mentre AstraZeneca ha immediatamente ribadito la “qualità, la sicurezza e l’efficacia” del suo vaccino anti-Covid, tutto è partito dalla Sicilia dopo la morte di tre militari. Secondo quanto riferito dall’autopsia, in un caso è già certo che non ci sarebbe nessun nesso tra i due.

Lo stop delle Regioni

Intanto arrivano le rassicurazioni in merito agli effetti collaterali lievi attesi e indicatori della buona risposta immunitaria innescata dal vaccino. Le Regioni si muovono, come sempre accade in ordine sparso. Stop in Toscana, Veneto, Emilia Romagna, Puglia.

In Lombardia, la direzione generale Welfare ha ritirato a scopo precauzionale il lotto di vaccini AstraZeneca ABV2856 segnalato dall’Aifa.

Anche il Piemonte ha ricevuto una partita di dosi del lotto sospetto e l’Unità di crisi ha dato disposizione alle Asl di sospendere immediatamente la somministrazione dei vaccini appartenenti a questo lotto, garantendo comunque la continuità della campagna vaccinale attraverso l’inoculazione di dosi appartenenti a lotti differenti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vaccino AstraZeneca, cosa sappiamo del lotto ABV2856 bloccato in Itali...