Pioggia di truffe online: da Repubblica a Ronaldo alla Polizia, ecco come fanno

In queste ultime settimane sono stati diversi i tentativi di truffa segnalati dalla Polizia Postale ai danni degli utenti internet via pc o smartphone

Settembre con truffa, potremmo dire. In queste ultime settimane sono stati diversi i tentativi di truffa segnalati dalla Polizia Postale ai danni degli utenti internet via pc o smartphone, come quella che ha colpito i contribuenti con una falsa mail Inps o quella della finta Tim.

Promozione dal falso sito la Repubblica.it

Il Gruppo editoriale GEDI, a cui fa capo anche il quotidiano La Repubblica, è stato vittima di una truffa in rete. Sta infatti circolando una falsa pagina con il logo “la Repubblica.it” dove viene pubblicizzata la possibilità di avere un iPhone 11 al costo incredibile di 1 euro.

“Se vivete in Italia e volete il nuovissimo iPhone 11, allora questo potrebbe essere l’articolo più entusiasmante che abbiate mai letto”.

truffa repubblica

Polizia Postale

Il tono del messaggio e l’affidabilità del sito di Repubblica che qui viene meno dovrebbero subito insospettirci. Questo sito si accaparra illeciti vantaggi, economici e reputazionali, mediante lo sfruttamento della notorietà dei segni distintivi e dei contenuti della famosa testata giornalistica.

La Polizia Postale, che sta indagando per risalire ai responsabili, invita tutti gli utenti a diffidare di messaggi o news che non siano direttamente verificabili rispetto alla fonte di provenienza.

Falsa pagina della Polizia di Stato

Continuano ad arrivare anche numerose segnalazioni di una pagina web che riproduce il sito della Polizia di Stato, nella quale l’utente viene avvisato di avere 12 ore per pagare una multa di 610 euro per evitare l’arresto per aver visitato siti pedopornografici.

truffa polizia

Polizia Postale

Si tratta di un tentativo di estorsione che va immediatamente segnalato sul portale commissariatodips.it.

Ricordiamo che le Forze di Polizia per riscuotere multe o altri pagamenti si avvalgono dei comuni sistemi di riscossione e non minacciano gli utenti. Si consiglia di non aprire link, non inserire dati personali o bancari e, qualora foste vittime di questo tentativo di estorsione, spegnere il pc o lo smartphone e, alla riaccensione, fare una scansione sul dispositivo utilizzato con un antivirus aggiornato.

Falso concorso con la foto di Cristiano Ronaldo

Altro tentativo di truffa è quello che sfrutta una falsa pagina web attribuita a Cristiano Ronaldo, in cui si pubblicizza una presunta vincita di 5mila euro per la quale si rende necessario registrarsi inserendo la propria carta di credito.

Per rendere ancora più credibile la vincita sono stati creati falsi commenti di pseudo utenti che testimonierebbero di aver ricevuto il premio in denaro.

truffa ronaldo

Polizia Postale

Qualora doveste incappare in simili truffe, la Polizia Postale consiglia di:

  • non compilare mai moduli online con i dati personali;
  • diffidare da messaggi o news che non siano direttamente verificabili rispetto alla fonte di provenienza e non condividerli tra gli amici;
  • usare sempre il buon senso e rileggere con calma prima di compiere qualunque azione;
  • ricordare sempre che, in questi casi, nessuno regala niente.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pioggia di truffe online: da Repubblica a Ronaldo alla Polizia, ecco c...