Terza dose, si cambia ancora: dopo quanto va fatta e arriva anche per i più giovani

Via libera alla terza dose booster di vaccino anti-Covid in ulteriore anticipo dalla seconda dose. E arriva anche per i ragazzi, ma attenzione all'età

Mentre il governo vara il nuovo decreto Natale con misure restrittive per arginare la diffusione del Covid e la nuova Omicron, già stimata al 28% in Italia, via libera alla terza dose booster di vaccino anti-Covid dopo 4 mesi dalla seconda dose. Lo prevede la circolare firmata dal direttore generale della Prevenzione del Ministero della Salute, Gianni Rezza.

Quando va fatta adesso la terza dose

Alla luce delle attuali evidenze sull’impatto epidemiologico correlato alla maggiore diffusione della variante Omicron e sulla efficacia della dose booster nel prevenire forme sintomatiche di Covid-19, sostenute dalla variante, si legge nell’aggiornamento delle indicazioni di somministrazione, per estendere gradualmente l’offerta del richiamo vaccinale e nel rispetto del principio di massima precauzione, la somministrazione della dose di richiamo a favore dei soggetti per i quali la stessa è raccomandata, con i vaccini e relativi dosaggi autorizzati, sarà possibile dopo un intervallo minimo di almeno 4 mesi (120 giorni) dal completamento del ciclo primario o dall’ultimo evento, da intendersi come somministrazione dell’unica/ultima dose o diagnosi di avvenuta infezione in caso di soggetti vaccinati prima o dopo un’infezione da Sars-CoV-2, in base alle relative indicazioni.

La data d’avvio, a quanto apprende l’Adnkronos Salute, potrebbe essere il 10 gennaio, ma sarà comunque decisa dal commissario Figliuolo. “Sulla base delle esigenze organizzative della campagna vaccinale – si legge nella circolare – indicherà la data di effettiva attuazione del nuovo intervallo temporale previsto”.

Terza dose booster anche i ragazzi: ma attenzione all’età

Non solo. Perché c’è un’altra importante novità. Mentre il governo decreta anche l’obbligo di mascherine FFP2 in alcuni casi (qui quando sono obbligatorie le FFP2, come verificarle e dove comprarle), la terza dose di vaccino viene estesa anche ai giovani tra i 16-17 anni e gli adolescenti con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti tra 12-15. Le dosi potranno essere somministrate già a partire dal 27 dicembre. Per quanto riguarda i tempi, sono gli stessi previsti per gli over 18 e per la fascia fragili 12-15, cioè 4 mesi ora per i primi e 21 giorni per i secondi dalla seconda dose.

Visto il parere della Commissione Tecnico Scientifica di Aifa, si legge nella circolare, nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-Covid, è raccomandata la somministrazione di una dose di vaccino Comirnaty di Pfizer/Biontech, al dosaggio di 30 mcg in 0,3 ml, come richiamo di un ciclo primario, indipendentemente dal vaccino utilizzato per lo stesso a tutti soggetti della fascia di età 16-17 anni e ai soggetti della fascia di età 12-15 anni con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti, con le stesse tempistiche previste per i soggetti a partire dai 18 anni di età.

Restano valide le priorità di accesso alla vaccinazione e le raccomandazioni relative ai soggetti a partire dai 18 anni di età. Secondo quanto si apprende, l’Aifa si pronuncerà su tutti gli adolescenti tra 12-15 anni entro il mese di gennaio.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Terza dose, si cambia ancora: dopo quanto va fatta e arriva anche per ...