Terza dose in anticipo, caos Regioni: quando partono le prenotazioni

Anticipo della terza dose di vaccino al via da mercoledì 24 novembre. Questo almeno sulla carta. Perché alcune Regioni rischiano di trovarsi ingolfate con le prenotazioni

Anticipo della terza dose di vaccino al via da mercoledì 24 novembre. Questo almeno sulla carta, come stabilito dalla circolare del Ministero della Salute. Perché nella pratica, invece, alcune Regioni rischiano di trovarsi ingolfate con le prenotazioni.

È il caso ad esempio della Lombardia, che potrebbe iniziare le prenotazione per il richiamo, la cosiddetta dose booster, già questa settimana, ma è ancora tutto da definire.

Terze dosi in Lombardia, la situazione

Sono già più di 2 milioni i cittadini lombardi che hanno aderito alla terza dose di vaccino anti Covid, per una media giornaliera di 128.644 prenotazioni nell’ultima settimana (dei possibili effetti collaterali della terza dose abbiamo parlato qui).

Mentre la macchina vaccinale della Lombardia continua a marciare a pieno ritmo, garantendo 30mila inoculazioni di terze dosi al giorno, nelle Rsa le somministrazioni hanno superato abbondantemente quota 75mila tra ospiti ed operatori, mentre sono più di 10mila quelle fatte nelle farmacie e poco più di un migliaio quelle, prevalentemente domiciliari, effettuate da medici di medicina generale e Asst.

A dirlo è stata in un post su Facebook la vicepresidente e assessore al Welfare Letizia Moratti. Solo lunedì scorso sono state più di 800mila le somministrazioni di terza dose effettuate, con in testa la provincia di Milano con 254mila inoculazioni, seguita da Brescia (105mila), Bergamo (82mila), Varese (76mila), Monza e Brianza (63mila), Como (54mila), Pavia (46mila), Cremona (32mila), Lecco (27mila), Mantova (26mila), Lodi (20mila) e Sondrio (14mila).

Quando partono le prenotazioni per la terza dose in anticipo

Ma ora si pone il problema dei richiami a 5 mesi, come stabilito dalle nuove indicazioni ministeriali. Il consulente per la campagna anti-Covid della Regione Lombardia Guido Bertolaso sta lavorando per far partire le prenotazioni già da venerdì 24 novembre. Però, si affretta a chiarire Bertolaso, un calendario preciso ancora non c’è.

“L’unità di crisi, dopo l’improvvisa decisione assunta dal Ministero, è al lavoro per riorganizzare e ridefinire gli slot per poter accedere alla somministrazione. Ad ora non è ancora stata definita alcuna data a partire dalla quale il sistema di prenotazione di Poste consentirà l’accesso con le nuove tempistiche”.

Con la raccomandazione di sottoporsi alla terza dose a 5 mesi dalla seconda si allarga parecchio la platea di cittadini interessati: si passa da 2,8 a 4,7 milioni di over 40 vaccinati entro il 31 luglio, che potranno quindi chiedere la nuova somministrazione già entro fine anno.

È possibile, dunque, che tornino operativi vecchi hub vaccinali chiusi e si apra alla possibilità, ventilata dallo stesso Bertolaso, di utilizzare per la vaccinazione anche nuovi spazi come supermercati e stazioni della metro. La fermata di Cadorna è una di quelle candidate alla sperimentazione a partire da inizio 2022.

Qui trovate chi deve prenotare la terza dose e come fare in ogni Regione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Terza dose in anticipo, caos Regioni: quando partono le prenotazioni