Terza dose subito per tutti, senza prenotazione: in una Regione si può

Il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca ha annunciato che le terze dosi possono andare subito a tutti i campani: come fare

Mentre il governo spinge sulla terza dose, per continuare ad assicurare un’alta copertura vaccinale a tutti, c’è qualcuno che corre da solo “bruciando le tappe”. Per il richiamo il ministero della Salute ha fissato una road map, con alcune categorie prioritarie e fasce d’età, e il 1° dicembre si parte già anche con i 40-60enni.

Terza dose vaccino in Campania, come funziona

Ma nel corso di una riunione convocata dal governatore Vincenzo De Luca con i dirigenti delle Asl e delle aziende ospedaliere regionali, il presidente della Regione Campania ha annunciato di voler procedere spedito con le dosi cosiddette booster, i richiami cioè per coloro che hanno già ricevuto le due dosi di vaccino Covid.

In Campania, dunque, le vaccinazioni con terza dose sono immediatamente aperte a tutti i cittadini, senza limiti di fasce di età o di categorie. L’unica condizione necessaria è che, come definito dalla circolare del Ministero della Salute sulla base delle indicazioni fornite dall’Iss, devono essere trascorsi almeno 6 mesi dall’ultima somministrazione, cioè dalla seconda dose.

È a partire da 6 mesi in avanti, infatti, che i dati raccolti dall’Istituto Superiore di Sanità indicano una riduzione dell’immunità generata dal vaccino. Dopo 6 mesi dalla seconda dose, infatti, in media la percentuale di copertura vaccinale scende al 50% per quanto riguarda il rischio di contagio, mentre – dato davvero importante, che conferma l’estrema efficacia dei vaccini – resta oltre l’80% per il rischio di malattia Covid moderata o grave.

Motivo per cui è assolutamente fondamentale sottoporsi alla terza dose, che invece potrebbe essere in grado di garantire una copertura addirittura da 5 a 10 anni (dei possibili effetti collaterali abbiamo parlato qui).

Priorità e prenotazione vaccino, cosa sapere

Per le terze dosi in Campania resta comunque la priorità assoluta per il personale sanitario, delle Rsa e scolastico, sia insegnanti che ATA. Ma ogni cittadino che voglia può essere immediatamente vaccinato con la dose booster.

Per farlo è sufficiente recarsi direttamente ai centri vaccinali senza alcuna prenotazione (qui invece trovate come prenotare la terza dose nelle altre Regioni).

Lockdown solo per i vaccinati?

Intanto, le Regioni chiedono al Governo una stretta sui no vax, con restrizioni più severe da applicare a chi ha scelto di non sottoporsi al vaccino anti-Covid. Forse, solo limitatamente alla zona gialla o addirittura arancione.

Il modello cui guardano i governatori è quello austriaco, primo Paese europeo a introdurre il lockdown solo per i non vaccinati (qui vi abbiamo spiegato come funziona). Fonti qualificate di Governo hanno smentito l’ipotesi, ma potrebbe essere che il governo Draghi sia costretto a una soluzione di compromesso, per non tornare alle chiusure del passato che tanto hanno danneggiato tessuto economico e sociale.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963