Tamponi gratis, l’annuncio di Federfarma: chi potrà farli

La associazione di categoria dei farmacisti ha promosso un'iniziativa per incentivare la prenotazione del vaccino anti-Covid

L’effetto del Green pass a lavoro si fa sentire da subito: come ha sottolineato il commissario all’emergenza coronavirus Francesco Figliuolo, a un giorno dall’entrata in vigore dell’obbligo sono state circa 69mila le prime dosi del vaccino anti-Covid, diecimila in più rispetto al venerdì precedente, +46% nell’ultimo mese, a partire dall’annuncio del governo dell’adozione della misura (qui il quadro sugli scioperi contro il Green pass)

Tamponi gratis a chi prenota il vaccino, l’iniziativa di Federfarma

Un’ulteriore spinta arriva dai farmacisti, impegnati più che mai in questi giorni nella prima linea delle somministrazioni e a far fronte all’enorme quantità di richieste di tamponi per ottenere il certificato verde temporaneo.

L’associazione di categoria Federfarma ha promosso tra agli esercenti del settore un’iniziativa volta a dare un’accelerazione decisiva per la campagna vaccinale: offrire il tampone gratuito a coloro che accettano di prenotare la somministrazione del vaccino, quale “ulteriore incoraggiamento ad immunizzarsi contro il Covid” (qui abbiamo fatto una stima di quanto potrebbe spendere in tamponi un lavoratore senza vaccino).

Per “accelerare l’ampliamento della copertura vaccinale della popolazione”, si legge nella nota, la federazione ha infatti “invitato le farmacie associate che garantiscono il servizio di vaccinazione a proporre ai cittadini che chiedono un tampone antigenico rapido di sottoporsi alla vaccinazione, prenotandone contestualmente la somministrazione”.

Per Federfarma “l’aumento del numero di persone che si recano in farmacia per effettuare i tamponi rapidi al fine di ottenere il green pass necessario per accedere ai luoghi di lavoro rappresenta, per il farmacista, un’ulteriore occasione nella quale invitare gli indecisi a vaccinarsi.”

Tamponi gratis, l’annuncio di Federfarma: i numeri delle farmacie

All’entrata in vigore dell’obbligo del green pass per i lavoratori, il 15 ottobre sono stati oltre 867mila i certificati verdi emessi, ben 653.827 in seguito a tampone, un dato in linea con i 632.802 del giorno precedente (in questo articolo abbiamo parlato delle aziende che pagano i tamponi ai propri dipendenti).

Numeri confermati dalle lunghe code apparse negli ultimi giorni davanti alle farmacie di tutta Italia, che in alcuni casi registrano prenotazioni di test fino a dicembre.

Il segretario nazionale di Federfarma Roberto Tobia ha però assicurato che nessuna situazione di “particolare difficoltà” si è registrata nelle prime due giornate di obbligo di green pass a lavoro e che “non ci sono problemi di disponibilità di tamponi nelle farmacie” (qui l’elenco delle farmacie che hanno aderito ai prezzi calmierati dei test)

“Ci sono delle file per la richiesta di tamponi ma vengono smaltite e la situazione è sotto controllo, perché la maggioranza delle persone aveva prenotato il test“, ha confermato.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tamponi gratis, l’annuncio di Federfarma: chi potrà farli